Mia figlia di sei mesi dimostra una certa fatica ad addormentarsi

Gentile Dottoressa,
mia figlia di sei mesi dimostra da sempre una certa fatica ad addormentarsi. Ricordo che anche poco dopo il ritorno dall'ospedale amava stare sveglia e interagire (anche nella pancia era molto movimentata la notte!). I riposini durante il giorno sono generalmente sereni ma molto brevi (mezz'ora-tre quarti d'ora), mentre la sera è piuttosto nervosa o comunque molto sveglia e giocosa e prende sonno verso mezzanotte nel migliore dei casi. Nel peggiore arriviamo alle 2 e mezza...! Dorme poi per sette ore, mangia, si riaddormenta per poi svegliarsi verso le 11.30 (10 ore di sonno). Il pomeriggio fa un pisolino verso le 14 e uno verso le 18. Ho tentato di eliminare un sonnellino, di farla giocare di più o di meno, di addormentarla in braccio, nel passeggino, a letto...! Premesso che il metodo di rieducazione al sonno descritto nel famoso libretto Fate La Nanna ci è ostico, vorrei sapere quanto è grave per la bambina un'abitudine di questo tipo. Mi sento un po’ in colpa per averle fatto fare brevi soggiorni tra vacanze e visite ai nonni nei primi tempi, che temo possano averla disorientata... Vorrei inoltre chiederle suggerimenti su come trascorrere la notte dell'ultimo dell'anno: meglio in casa coi soliti ritmi? Lo chiedo perché ho notato che quando usciamo la sera, la bambina al rientro fa ancora più fatica del solito a prendere sonno, e la cosa si protrae per giorni... Grazie del suo aiuto

Cara Francesca,
a mio avviso lei dovrebbe cercare di dare per un po' alla sua bambina delle abitudini regolari: stessi orari, stessi luoghi, stesse persone intorno. Se la sera non prende sonno, la coccoli pure senza pensare di 'viziarla', perché la sua bimba, come tutti i cuccioli, ha bisogno di cure e di attenzioni, ma soprattutto di sentirsi sicura fra braccia amiche. Cordiali saluti.