Malformazione alla mano dx: potrebbe ripetersi?

Laura

Gentile Dottore,
sono una donna di 31 madre di uno splendido bimbo di 2 anni nato con una malformazione alla mano dx, l'arto in questione è formato solo dall'abbozzo di I e V dito il problema del piccolo fortunatamente si limita a questo... ero già a conoscenza del problema in gravidanza all'epoca mi sono sottoposta ad amniocentesi che ovviamente è risultata nella norma.
Ad oggi però non ho una diagnosi chiara io e mio marito ci siamo rivolti a diversi medici, genetisti inclusi le risposte che ci hanno dato erano tutte discordanti... dalla sindrome della banda amniotica, alla sindrome di poland ad un mancato flusso di sangue nelle prime settimane di gestazione tutti i medici in questione però ci hanno rassicurato sul normale sviluppo psico fisico del bimbo...
In questo momento desidererei un altro figlio, ma sono molto preoccupata. Secondo lei dovremmo sottoporci ad esami particolari? Se si quali?
Ringraziando anticipatamente porgo i miei più cordiali saluti.

Si tratta solo di ipotesi. Fortunatamente l’assenza di altri segni consente di considerare il problema isolato. Difficile individuare esami preventivi.
La labilità evidenziata da un unico caso determina un certo rischio di ricorrenza, ma è impossibile quantizzarlo perfettamente.
Mi dispiace, ma occorre una certa dose di ottimismo e sperare che la prossima gravidanza non presenti problemi.
Cordiali saluti.