Laparoscopia per fugare ogni dubbio

Gentile dottore buongiorno, sono una ragazza di 33 anni e le pongo
il seguente quesito. Dopo un anno di tentativi per avere un bambino, dopo aver fatto tutti gli esami specifici sia io che il mio compagno, il mio ginecologo ha concluso che non ho alcun tipo di problema e non riesce a capire come mai non
riesco a restare incinta. L'unica soluzione è che ci sia un impedimento meccanico causato da una peritonite nel 1996 e cioè che si siano create delle aderenze alle tube e che quindi l'ovocita non riesca a scendere ed insediarsi nell'utero. L'unico modo per essere sicuri che questo sia avvenuto è fare una laparoscopia ed eventualmente intervenire al momento per porre rimedio. Quello che io tra l'altro mi chiedo è... ma se io ovulassi dalla tuba sinistra il problema non ci sarebbe? Purtroppo da due monitoraggi si è
visto un follicolo di 24 mm sempre presente dalla tuba destra ma si ovula da entrambe vero? Secondo lei che rischi può comportare questo tipo di intervento? Non è troppo invasivo? Grazie per l'attenzione e resto in attesa di una sua cordiale risposta.

Gentile Cecilia,
per parlare di sterilità occorre un tempo più lungo di quello che lei mi ha
riferito. Quindi, a rigor di definizione, lei ancora non può essere ritenuta
"sterile". Se tuttavia in anamnesi remota lei ha una peritonite, l'ipotesi
di esiti sulla sua sfera genitale è da prendere in considerazione. La
laparoscopia le sarà molto utile e, solo dopo averla eseguita, potrà dire di
aver effettuato tutti gli esami specifici, presumendo che abbia già fatto
un'isterosalpingografia e un'isteroscopia. Non mi è chiaro il suo dubbio fra
la tuba destra e quella di sinistra, ma sicuramente entrambe le ovaie
possono ovulare, a caso, a destra o a sinistra. Cordiali saluti e auguri.