Insufficienza respiratoria e virus della setticemia

Buongiorno,
sono da poco diventato neopapà, mio figlio aveva deciso di nascere un po’
prima e a 33 settimane, (da 2 settimane mia moglie aveva la sacca rotta) è
nato, il peso è di 2 kg. e 100, ma dopo 24h gli è stata diagnosticata una
insufficienza respiratoria e, purtroppo, il virus della setticemia. Ora è in
incubatrice presso l'ospedale SS. Annunziata di Napoli, da circa 3 gg. gli
stanno somministrando un antibiotico ad hoc in quanto è stato individuato il
ceppo.
Quello che Le chiedo è di avere chiarezza su questo virus e che possibilità
ha il mio bimbo.
Grazie, saluti

Caro papà, non è possibile fornire notizie in base ai dati che mi ha inviato, ma
neanche se me ne inviasse di più in quanto è necessaria la valutazione
clinica che solo i medici del reparto di terapia intensiva neonatale sono in
grado di effettuare e la risposta del bambino alle terapie. Posso solo
consigliarLe di chiedere informazioni al personale sanitario che ha in cura
Suo figlio, anche se, a volte, non è possibile rispondere chiaramente in quanto
la situazione si chiarirà con il tempo.
Il fatto comunque che stia facendo terapia antibiotica "mirata" in quanto è
stato isolato il ceppo fa ben sperare.
Un caro saluto e un "in bocca al lupo" a Lei e a Sua moglie