Immunità, suscettibilità alle infezioni e danni al feto

Salve, gentilmente le chiedo una rassicurazione o una spiegazione. Ho ritirato le analisi del sangue e è il risultato degli anticorpi anti herpes è stato il seguente: Tipo 1 lgG specifiche presente 1:8 valori rif.to < 1:8; lgM specifiche < 1:8 valori rif.to

Gentile Tiz,
i risultati di queste analisi non pregiudicano la sua ricerca della
gravidanza. Indicano solo il suo stato immunitario e la possibilità o meno
di contagiarsi, caratteristiche che non scegliamo noi ma che ci vengono dal
nostro vissuto. Qualche possibilità di modificarle viene dalle vaccinazioni,
che pure possono presentare degli inconvenienti, o non garantire un sicuro
risultato. Per i risultati che mi trascrive sull'herpes si deduce che essi
sono negativi, che quindi lei è teoricamente suscettibile all'infezione.
Dico teoricamente, perché l'herpes è un virus strano, così ci sono soggetti
che hanno la manifestazione 10 volte all'anno, pur avendo anticorpi a
tonnellate, ed altri, talvolta partner di questi ultimi, che non l'hanno
mai. Per la rosolia e la varicella non mi trascrive i risultati dei test e
quindi il solo dato anamnestico di averle avute non è sufficiente per
esprimere un giudizio. La positività al CMV è debole, ma neanche questo è
significativo, in quanto, anche con un'immunità più intensa, non c'è
garanzia di immunità ad un'eventuale reinfezione. Mi dispiace che le mie
risposte possano sembrarle deludenti, ma non esistono in genere regole fisse
che possano dire SI o NO, quando si parla di immunità, suscettibilità
all'infezione e danni al feto, tranne rare eccezioni come nella rosolia.
Quindi eviterei di pormi questi interrogativi, affrontando con ottimismo una
gravidanza. Quello che deve evitare è il contatto con comunità di bambini,
come asili e scuole elementari, specie nel primo trimestre di gravidanza,
qualunque sia il risultato dei suoi esami. Cordiali saluti.