Golf ball

Gentile Dottore,
ho 37 anni e sono alla 22a settimana di gravidanza. Nel corso
dell'ecografia morfologica, eseguita alla 20a settimana, mi hanno riscontrato due "golf ball". I risultati dell'amniocentesi, fortunatamente eseguita alla 16a settimana, non hanno rilevato nessuna anomalia cromosomica o strutturale. L'alfafetoproteina su l.a. è di 13.4. Mi hanno spiegato che tali golf ball (nell'ecografia di controllo dopo amniocentesi, eseguita alla 17a
settimana era stato evidenziato un solo golf ball), non hanno significato clinico ma io non mi sento comunque tranquilla. Vorrei che mi spiegasse gentilmente
che cosa potrebbero comportare nella vita del nascituro. Inoltre, da diversi giorni, avverto quotidianamente e più volte al giorno delle contrazioni non dolorose che spesso si accompagnano ad un
indurimento del ventre (non sempre). Il medico mi ha prescritto due bustine di
Magnosol. La ringrazio dell'opportunità offerta dal Vostro sito che ci permette di "utilizzare" la Vostra competenza ed esperienza.

Troverà numerose mie risposte sulla golf ball, esplorando il sito. Le
riporto quanto già detto: Il segno della golf ball in uno o entrambi i
ventricoli è attribuito all'iperecogenicità della banda
moderatrice di una delle cuspidi valvolari del cuore. È del tutto privo di
significato patologico per sé, però qualche Autore vi attribuisce
significato di
marker ecografico di possibile difetto cromosomico. A mio avviso
l'incremento del rischio di anomalie cromosomiche, in caso di presenza
isolata di quest'unico segno, è del tutto insignificante. Se invece si
associa ad altri segni può essere opportuna la cariotipizzazione del feto.
Dal momento che lei ha già fatto l'amniocentesi, i rischi sono nulli.
Sporadiche contrazioni dell'utero sono fisiologiche per tutto il decorso
della gravidanza, a meno che assumano particolare intensità e frequenza. In
tal caso è opportuno fare un controllo dal proprio ginecologo o in ospedale.
Cordiali saluti.