Gastroschisi

Gentilissimo dottore, mia figlia è diventata madre all'età di 18 anni, il bambino era portatore di una rara malformazione, gastroschisi, per fortuna tutto si è risolto nel migliore dei modi. Mia figlia non ha mai avuto un ciclo mestruale normale, ritardi, flussi abbondanti o poco rilevanti, a parte la tesi che la malformazione del bambino possa essere stata prodotta dalla scarsa produzione ormonale (ricerche su internet) ci interesserebbe sapere cosa deve fare secondo lei, avendo l'E2 (estradiolo) all'8,7 pg/ml sulla norma di 27 – 161. Ringraziandola infinitamente per la cortese attenzione la saluto,

Gentile signora Gianna,
è difficile dimostrare che la malformazione di suo nipote dipenda da carenze
ormonali, laddove la gestazione si sia instaurata, svolta e conclusa
normalmente; i valori dell'estradiolo di sua figlia, uniti alle irregolarità
di ciclo, meritano un approfondimento soprattutto per la valutazione di un
adeguato patrimonio follicolare ovarico, cioè la capacità di ovulare, sia
per eventuali altre gravidanze, sia per il proprio equilibrio endocrino, che
influenza la salute in generale. Le consiglio, pertanto, di farle eseguire
dosaggi ormonali ed esami ecografici per fare correttamente il punto della
situazione ginecologica attuale.
Tanti cordiali saluti.