Enterococcus faecalis

Valentina

Buongiorno,
sono alla 24 settimana di gravidanza e facendo un’urinocoltura ho scoperto di avere Enterococcus faecalis, ora sto aspettando gli esiti del tampone vaginale ma temo risulti positivo anche quello.
É molto tempo che io soffro di disturbi quali cistiti e irritazioni, ho sempre fatto l’urinocoltura (una volta al mese, da quando ho scoperto di essere incinta) ed é sempre risultata negativa, ho fatto anche due tamponi vaginali nel mese di febbraio e anch’essi negativi. Inutile dirlo che ora sono nel panico.
La mia ginecologa mi ha prescritto Ciproxin 500 per 6 giorni/ 2 volte al giorno, più fermenti lattici e gynocanesten la sera fino a quando non avremo i risultati del tampone.
Ho paura che tutte queste medicine facciano male al bimbo e che possa esserci una rottura della membrana, io é tempo che soffro di fastidi durante la minzione e pruriti vaginali, ma razionalmente so che sarebbe uscito qualcosa dai vari esami fatti. Inoltre spesso ho perdite acquose, e ho paura sia liquido amniotico, anche se meno di 1 mese fa ho fatto la morfologica e mi è stato detto che il liquido amniotico era perfetto.
Cosa posso fare per tranquillizzarmi? C’è possibilità di contagio del bimbo? Quanto é comune come infezione?
Grazie mille

Gentile Valentina,
la batteriuria sintomatica o asintomatica è molto frequente in gravidanza, perciò no deve allarmarsi. È importante però eseguire una terapia per evitare che vi sia un rischio di parto pretermine o complicanze infettive materne.
La terapia antibiotica deve essere effettuata sulla base dell’antibiogramma da lei eseguito, e in base alla carica batterica nelle urine.
In generale comunque il ciproxin non può essere assunto in gravidanza, quindi non farei tale terapia, ma una diversa sulla base dell’antibiogramma.
Cordiali saluti