Emorroidi e allattamento

Anonimo

Buongiorno dottore, prima del parto avvenuto 3 mesi fa avevo già emorroidi esterne non infiammate. A seguito del parto ne sono uscite di nuove. Oggi a distanza di tre mesi la situazione non è ancora rientrata. Sanguino molto nel momento in cui vado in bagno anche solo per l'urina e il dolore è parecchio fastidioso. Bevo molto e mangio molte verdure che mi aiutano notevolmente. Settimana scorsa ho fatto una visita dal proctologo e mi ha consigliato di sottopormi a operazione quando finirò con l'allattamento. Per alleviare il dolore non mi ha prescritto NULLA, ritenendo sia tutto inutile. Considerato che allatterò per altri mesi, cosa mi consiglia per attenuare l'infiammazione? Per l'operazione nutro delle riserve, non sottoponendomi come può evolvere la situazione? E in vista di un altro futuro parto, ha senso operarsi?

Gentile Signora,
le emorroidi e l’allattamento sono un problema sempre più frequente; i dati che mi fornisce sono insufficienti per esprimere un parere. Le consiglio di bere molto, specie appena sveglia e di mangiare verdure morbide (zucchine, spinaci, lattuga, songino, valeriana, foglie della bietola) senza usare lassativi – anche naturali. Le consiglio di usare olio di vaselina o paraffina 1 cucchiaio la sera per bocca che proteggerà la mucosa infiammata. Le ricordo che la sua dieta dovrà essere meno calorosa, grassa e speziata possibile. Una accurata visita specialistica colon-proctologica potrà identificare ed eliminare le cause dei suoi disturbi, tenendo presente che, quasi sempre, vengono aggravati da una nuova gravidanza. Se accusa defecazione incompleta, prurito, bruciore, feci a pezzi o sottili, muco o sangue, e se permangono esternamente tumefazioni emorroidarie è giusto operarsi prima di una nuova gravidanza.
Distinti saluti