È necessario ricorrere ad una fecondazione artificiale?

Gentile dottore, dopo 10 mesi di tentativi per rimanere incinta, io e mio marito abbiamo deciso di fare degli accertamenti. Il ginecologo ci ha prescritto le
analisi di routine: monitoraggio follicolare (da cui è risultato che ovulo regolarmente), l'isterosalpingografia (che devo ancora fare) e per mio marito l'analisi dello sperma, da cui è risultato che ha l'oligoastenoteratospermia. I valori sono di motilità alla 2^ ora del 5%,
di concentrazione di spermatozoi di 2ml e di una morfologia tipica del 15% e atipica del 75%. Lei pensa che sia possibile che io rimanga incinta con questi valori o che sia necessario ricorrere ad una fecondazione artificiale?

Gent.le Sig.ra,
è sicuramente possibile che Lei abbia una gravidanza spontaneamente, ma
francamente le possibilità non sono altissime. I parametri del liquido
seminale di Suo marito depongono per una oligoastenospermia di grado severo
con teratospermia. Sarebbe opportuno che effettuasse una spermiocoltura:
eventuali infezioni possono in qualche modo alterare il liquido seminale
(anche se non da modificarne completamente le caratteristiche). Con tali
parametri sicuramente una Fecondazione Assistita può aumentare le
possibilità di gravidanza (specialmente una ICSI). Per ulteriori
informazioni la invito a visitare il Ns sito www.centrosterilita.it.
Cordiali saluti