Dubbi flussimetria

Ornella

Buongiorno dottore,
Le scrivo perché ho qualche dubbio in merito ai flussi riscontrati ieri durante la visita di routine (oggi sono a 37+5).
Di seguito le riporto i valori:
Arteria ombelicale:
Da-ps 28,49 cm/s
Da-ed 13,25 cm/ s
Da s/d 2,15
Da Pi 0,75
Da Ri 0,53
Da Md 12,97 cm/s
Da Tamax 20,30 cm/s
Da fc 149bpm.
Arteria celebrale media:
Da-ps 40,73 cm/s
Da-ed 13,01 cm/s
Da s/d 3,13
Da Pi 1,23
Da Ri 0,68
Da Md 12,33cm/s
Da Tamax 22,48 cm/s
Da fc 145bpm
Peso stimato 2511gr
Misure:
Ac 29,83 (risulta essere più piccolo della normale)
Bpd 8,92
Hc 31,89
Fl 6,95.
Per quanto riguarda la circonferenza addome già a 33+6 si era notato questo ritardo (misura 24,87) però al controllo fatto poi a 35+4 era sparito (misura 28,94), quindi la bimba aveva recuperato, ma al controllo di ieri si è ripresentato.
Secondo lei come sono i valori? Il ginecologo ha cercato di tranquillizzarmi dicendomi che è tutto ok e che è solo un po’ più piccolina ma io sono preoccupata, lei cosa ne pensa?
Spero di essere stata sufficientemente chiara nello spiegare la situazione.
Attendo una vostra risposta.
Grazie mille

Devo ripuntualizzare che le visite di routine o meglio l’ecografie di routine non sono adatte per identificare in maniera adeguata e precocemente eventuali ritardi di crescita. I rilievi necessari infatti vanno ben oltre la portata delle semplici ecografie di accompagnamento.
Tanto per fare un esempio il flusso dell’arteria ombelicale si altera molto tardivamente quando il bambino è già in una fase estrema di compenso.
Ad ogni modo dai valori che lei riporta ed essendo vicina al parto non credo debbano esserci sostanziali problemi.
Consiglio in ogni caso di valutare l’incremento settimanale della circonferenza addominale. Se l’incremento non dovesse essere adeguato, allora sicuramente sarebbe molto meglio, nel caso in cui il parto spontaneo non si verificasse in tempi accettabili, programmare la nascita.
Un saluto