Diarrea post raschiamento

Anonimo

Buonasera,
il 4 dicembre ho subito un raschiamento a seguito di un aborto spontaneo interno, il giorno dopo avrei dovuto essere dimessa, ma a seguito di una visita c'erano segni di sacca gestazionale e la sera del 5 dicembre ho eseguito un altro raschiamento. La notte stessa mi fanno una puntura di methergin, con effetti sulle gambe, per circa un ora e mezzo non riuscivo quasi ad alzarmi.
La mattina seguente faccio un'altra puntura e poi vengo dimessa, con terapia di methergin da seguire a casa, ma la notte del 6 alla seconda compressa giornaliera sono stata malissimo con dolori fortissimi, coliche, diarrea, dolori alle gambe, ai reni, sudorazione.
La mattina seguente ho seguente ho sentito il ginecologo che mi ha consigliato di sospenderlo. Da allora sono andata a migliorare, i primi giorni grande stanchezza, dolori ai reni, ma poi sempre in miglioramento.
L'unica cosa che ho avuto dal momento che ho preso l'ultima compressa di methergin ho avuto coliche e diarrea subito dopo i pasti principali. Ogni pranzo e cena ormai. Già quando sono uscita dall'ospedale avevo fastidio allo stomaco me lo sentivo irritato, ma poi ho iniziato con questa diarrea e colica perenne. Non riesco più a pranzare e cenare. Le perdite vanno e vengono. L'assorbente lo cambio perchè mi lavo, sennò è quasi pulito con qualche perdita. Solo alla pulizia dalla pipì noto un po' di sangue ma nulla di che. Mi devo preoccupare?
Più che altro mi preoccupa questa diarrea. È dovuta all'intervento? È un effetto collaterale dell'intervento? Oppure il mio intestino è molto irritato dalle medicine prese?
Grazie mille!!!

È probabile che l’intolleranza ai farmaci o gli effetti negativi degli antibiotici sulla flora intestinale, insieme con lo stress, abbiano provocato questa colite.
Il raschiamento non dovrebbe essere direttamente responsabile. Consulti il suo medico generico e si faccia prescrivere una terapia per questo risentimento intestinale e vedrà che si risolve.
Cordiali saluti.