Danni prodotti dalle radiazioni

Buonasera,
oggi 29/01/03 ho effettuato un test di gravidanza risultato positivo dopo 4 giorni di ritardo e secondo la mia opinione è attendibile in quanto il ciclo è regolare. Premetto di aver avuto un aborto spontaneo nel mese di ottobre, ma la cosa che più mi disturba è il fatto di aver eseguito in data 13/01/03 una cistografia ed in data 17/01/03 una urografia (entrambe con liquido di contrasto) per un controllo al rene sinistro. L'attuale gravidanza non è stata cercata in quanto prima si preferiva sapere che il rene fosse a posto e che non ci fosse bisogno di un intervento chirurgico e così fortunatamente è stato. RingraziandoVi anticipatamente se mi vorrete rispondere. Cordiali saluti

Gentile signora Paola,

penso di poterla, nei limiti delle conoscenze attuali sui danni prodotti dalle radiazioni, tranquillizzare, in quanto gli esami radiologici da lei effettuati sono caduti proprio nel periodo dell’ovulazione e quindi del concepimento. In questo caso vale la legge del tutto o nulla: l’embrione o è distrutto oppure, se s’impianta, prosegue normale il suo sviluppo. I danni peggiori si hanno tra la seconda e la settima settimana. Detto questo, però, sarà necessario, in ogni modo, un attento monitoraggio dello sviluppo fetale mediante ecografie. Auguri.