Ciclo dopo un aborto e ricerca di una nuova gravidanza

Giovanna

Buongiorno Dottore,
sono reduce da un aborto spontaneo senza raschiamento. La gravidanza si è fermata l'11 Settembre, ma siccome ho voluto aspettare per evitare il raschiamento e il mio ginecologo mi aveva detto che potevo aspettare, ho aspettato.
Ho espulso tutto con un ciclo iniziato il 6/10 ho riavuto il ciclo un mese dopo subito il 6/11 un ciclo strano con spotting alla fine... questo mese ho misurato la temperatura basale e ho ovulato il 20 giorno (anche prima della gravidanza ovulavo circa il 20 giorno) e mi è arrivato il ciclo al 30 giorno nonchè il 5/12 non un ciclo vero e proprio ma scarso, mentre il giorno dopo mi è arrivato il proprio vero ciclo.
Di solito prima mi durava circa 6 giorni senza spotting, mentre ancora oggi che è il 6 giorno ho spotting marrone e può anche essere domani visto il mese scorso... ho una fase luteale che varia da i 10 ai 12 giorni (nonchè un mese mi arrivano dopo 10 altri dopo 12) il ciclo è regolare tra i 30 e i 32 giorni... ma è normale avere questo spotting?
Al controllo dopo l'aborto mi sono ripulita bene e ha detto che posso riprovare subito e infatti questo mese ci avevo provato ma non è andato bene perchè appunto è arrivato il ciclo.
Al controllo mi aveva detto che ho un piccolo mioma ma che non fa nulla perchè si svilupperà quest'invecchiamento dell'utero quando avrò 35 anni sarà un tumore benigno che hanno il 50% delle donne (cosi mi ha detto).
Nel frattempo mi ha detto di poter riprovare ma questo spotting può impedire un'eventuale nuova gravidanza? Mi scusi per tutte le domande e il prolungamento, ma siccome ho molta paura che non riuscirò più a rimanere incinta o che lo perderò di nuovo.
Mi affido ad una sua risposta. Ho 18 anni e nella ricerca precedente abbiamo messo 3 mesi e sono rimasta incinta, credo non siano molti.
Cordiali saluti

Non credo proprio che nella sua fascia di età si debba preoccupare di non poter rimanere in stato interessante. Per capire il perchè dello spotting, dovrebbe eseguire alcuni dosaggi ormonali ed eventualmente un monitoraggio del follicolo per assicurarsi della reale ovulazione.
Consigliabile anche una colposcopia e dei tamponi vaginali.
Un saluto