Che senso ha misurare la temperatura…?

Il mio ginecologo ha deciso di farmi fare una cura con Clomid (dal
5° al 9° giorno del ciclo), Profasi Hp 5000 (il 13° giorno) ed Esolut in
crema per 6 volte (dal 18° giorno fino a fine ciclo per sei volte a giorni alterni) insieme alla misurazione della temperatura basale. Premetto che
ho un ciclo molto regolare, quasi sempre di 28 giorni e che in passato sono rimasta incinta (non del mio attuale compagno) per tre volte, 2 aborti volontari e l'ultimo spontaneo (6 anni fa). Perché prima di farmi assumere questi farmaci non mi ha fatto fare un esame dei dosaggi ormonali? Non
credo basti l'isterosalpingografia per vedere se è tutto a posto. E che senso ha misurarsi la temperatura se prendo degli ormoni che me la fanno
modificare? Da quando uso la crema vaginale di progesterone la temperatura non ha
fatto altro che salire. Il mio compagno e io cerchiamo una gravidanza da più di
un anno e siamo disperati. Tutti e due abbiamo 37 anni. Lui ha subito un intervento dopo che gli è stato riscontrato un lieve varicocele al
testicolo sinistro, che "sarebbe" una delle cause della mancanza di mobilità dei
suoi spermatozoi. Un 40% sarebbero buoni e adesso deve ripetere lo
spermiogramma per vedere se la situazione è migliorata.

Gent.le Sig.ra,
purtroppo non entro nel merito delle terapie decise da altri colleghi, ma
ritengo che le domande che ha posto a Noi dovrebbe porLe al suo ginecologo,
sicuramente le darà le risposte più giuste.
Cordiali saluti