Anoressia e aborto

Ho 29 anni, con alle spalle una storia di anoressia. Oggi ho quasi ritrovato il mio peso forma pur rimanendo magra (50kg per 1.67 cm) e dal mese di dicembre mi è tornato anche il ciclo, anche se ancora irregolare (20 gg di ritardo). 3 settimane fa ho scoperto di aspettare un bambino, ho fatto il prelievo per il beta hcg ed era risultato 170. Venerdì scorso ho avuto delle perdite, ho ripetuto le analisi e il beta hcg era 25.98, così la mia ginecologa mi ha detto che ho avuto un aborto spontaneo. La mia domanda è questa: quanto ha influito la mia storia con l'aborto? È utile prima di pensare ad una nuova gravidanza fare una cura ormonale e quanto tempo devo aspettare? Grazie

Gentile signora,
la sua pregressa anoressia non può influenzare un'eventuale insuccesso
gravidico, che è pur sempre consecutivo ad una ovulazione, anche se in ciclo
irregolare; l'evento abortivo si pone come episodio sporadico nel suo caso,
ma è frequente nella totalità delle donne in età fertile, anche se spesso
non rilevato con esami di laboratorio ed etichettato solo come "ritardo
mestruale" che non necessita neppure di revisione strumentale della cavità
uterina. Penso che possa ragionevolmente cercare a breve termine un'altra
gravidanza e, prima di effettuare alcuna terapia di stimolo dell'ovulazione,
eseguire valutazioni cliniche ed ecografiche e dosaggi ormonali di base.
Tanti cari auguri e cordiali saluti.