Allattamento misto alternato

Gentili Dottoresse, d'accordo col mio pediatra, sto iniziando un allattamento misto alternato alla mia bimba di 4 mesi; durante il giorno fa 5 pasti, ogni 3 ore, di cui due col biberon, alle 12 e alle 18, gli altri al seno. L'ultima poppata la fa alle 21 e si addormenta ancora con la poppa in bocca, ma la notte ancora si sveglia spesso e vuole poppare, non so se per fame o per conforto, devo eliminarle o posso lasciarla poppare di notte? PS: non le piace il ciuccio

Bongiorno Maddalena,
l'allattamento al seno, oltre che essere la "sopravvivenza" per il bambino nei primi mesi di vita, porta ad instaurare un legame madre-figlio molto forte, considerando anche il fatto che il neonato, grazie allo stretto contatto con la sua mamma, riesce a riconoscerla quale punto di riferimento ancor prima della sua nascita grazie alla sua voce, al battito del suo cuore, nonché all'odore della pelle e del latte (dovuto alla tipica alimentazione che la donna mantiene anche dopo lo stato di gravidanza).
Nei primi mesi di vita il piccolo si deve "adattare" a un ambiente a lui non usuale, dovendo anche imparare un ritmo "giorno/notte" che l'adulto, sin da subito, vorrebbe fargli apprendere. Purtroppo la situazione non è sempre facile e, come avrà già saputo dalle neomamme che conosce e alle quali potrebbe aver fatto la stessa domanda, ogni bambino è a sé, quindi non si può avere la pretesa che il proprio sia "come il migliore" e segua ciò che più all'adulto farebbe comodo (molto comodo!)!
Premettendo tutto ciò, vorrei essere io la prima a chiederle il motivo di un allattamento misto quando, qualora in quegli orari lei non fosse "fisicamente disponibile" per la poppata, potrebbe tirare il latte manualmente o con mastosuttore elettrico e conservarlo in frigorifero per 48 ore o nel congelatore fino a sei mesi! Da come ha descritto la Sua situazione, non mi sembra che abbia difficoltà nella produzione di latte, altrimenti anche l'atteggiamento stesso della sua piccolina sarebbe irritabile e non rilassato!
Rispondendo al Suo quesito, per capire se la sua bimba quando si sveglia di notte ha fame, provi ad avvicinarle la mano alla bocca e osservare la reazione: se dovesse smettere di piangere e iniziare a succhiarla non ci sarà a quel punto alcun dubbio... Avrà fame!
Spero di esserLe stata utile e soprattutto vorrei che non prenda le mie personali considerazioni come un rimprovero; il latte materno è fondamentale per il neonato almeno fino al sesto mese di vita e, se non dovessero esserci problemi insormontabili, sarebbe l'ideale per ogni mamma riuscire a nutrire il proprio piccolo con il proprio latte, che è specie-specifico. Cordiali saluti