Aborto in corso?

Gentilissimo dottore, ho 28 anni e sono alla sesta settimana della mia prima gravidanza (U.M.16/3/2003). Il ginecologo che mi ha appena visitata ha rilavato che la grandezza dell'embrione è sotto la norma e la situazione si presenta come se fossi ancora, circa, alla quarta settimana. Mi ha detto che ciò potrebbe del tutto normale qualora si fosse verificato un ritardo nel concepimento, oppure potrebbe essere il sintomo che le cose non vanno bene. Mi ha prescritto ovuli di Progeffik, riposo e mi ha detto che dovrà ricontrollare la camera ovulare tra due settimane. Preciso che due giorni fa ho avuto una isolata piccolissima perdita ematica marrone. Volevo anche
il suo parere, in particolare se è opportuno che rimanga a letto il più possibile; se posso sperare che, in assenza di perdite nei prossimi giorni, le cose stiano procedendo bene e inoltre se nonostante l'attuale ritardo nello sviluppo, l'embrione potrà recuperare il tempo "perso"? La ringrazio dell'attenzione.

Gentile signora Francesca,
sul suo caso non posso esprimere alcun giudizio. Occorre avere pazienza, in attesa di un'evoluzione. Il riposo non serve a nulla, se si tratta
d'aborto in corso, non è certo una posizione sdraiata a poterlo bloccare. Se la gravidanza procede, non dovrà recuperare alcun
tempo, essendo il concepimento iniziato in ritardo. Auguri.