Aborti da rapportare ad alti valori di prolattina?

Gentile Professore, ho 33 anni e ho avuto due aborti (uno al 3° mese con raschiamento e l'altro
alla 5-6 settimana spontaneo). Mi sono stati prescritti tutta una serie di esami da cui abbiamo riscontrato un valore di prolattina di 40. Premetto che qualche anno fa, prima di sposarmi, mi si è gonfiato leggermente un seno e mi fu riscontrato un valore di prolattina di 65 che fu curato con parlodel. Adesso mi è stato prescritto dostinex 1/2 compressa 2 volte la settimana. Durante la terapia è possibile provare a rimanere incinta? La mia domanda nasce dal fatto che arrivando a casa nel foglietto illustrativo ho trovato riportato che il medicinale è controindicato in gravidanza e addirittura si consiglia di far passare un mese prima di tentare a rimanere incinta. Cosa ne pensa a proposito? La ringrazio vivamente per l'interessamento e Le mando un cordiale saluto.

Gentile signora Roberta,
non penso che i suoi aborti siano da rapportare ad alti valori di prolattina, in quanto vi sarebbe stato un blocco dell'ovulazione. In ogni modo, segua i consigli illustrati nella nota, rifaccia il controllo della prolattinemia ed anche tutti quelli riguardanti una possibile autoimmunità (ricerca di
autoanticorpi). Cordiali saluti ed auguri.