featured image

Esami per la fertilità: quali sono

Esami per la verifica della fertilità femminile e maschile

Gli esami da compiere per controllare lo stato di fertilità:

  • Screening Micro-biologico Genito-urinario
  • Ricerca di batteri e miceti presenti a livello uretrale, vaginale e cervicale ed eventuale trattamento farmacologico di infezioni da germi patogeni.
  • Post Coital Test
  • Valutazione del rapporto fra ambiente cervico-vaginale e spermatozoi in prossimità dell’ovulazione.
  • Isterosalpingografia
  • Valutazione radiologica della morfologia uterina, della pervietà e conformazione tubarica.
  • Valutazione Basale della Sfera Genitale Interna

Al fine di valutare le caratteristiche della struttura uterina e degli annessi:

  • Monitoraggio Ecografico della Funzionalità Ovarica
  • Controllo ecografico seriato eseguito nella prima metà del ciclo mestruale (fase follicolare) al fine di evidenziare l’attività ovarica, l’eventuale sviluppo follicolare ed il monitoraggio di terapie di stimolazione
  • Isterosonografia
  • Valutazione della sfera genitale interna, della morfologia della cavità uterina, della pervietà e del decorso delle tube, sotto guida ecografica, previa inserimento di un mezzo di contrasto (soluzione fisiologica) in utero.
  • Isteroscopia
  • Valutazione sotto visione diretta della morfologia e delle caratteristiche della cavità uterina.
  • Laparoscopia
  • Valutazione mini-invasiva della cavità addominale con particolare interesse per la sfera genitali.
  • Spermiogramma
  • Esame del liquido seminale per la valutazione della fertilità. Si valuta il volume, la viscosità, la fluidificazione, la concentrazione, la motilità e la morfologia degli spermatozoi.
  • Spermiocoltura
  • Esame colturale del liquido seminale per valutare eventuali infezioni della sfera genitale.
  • Urinocoltura
  • Esame colturale delle urine per valutare eventuali infezioni urinarie.
  • Sswim-up
  • Test di capacitazione degli spermatozoi (consistente nell’arricchimento del liquido seminale con terreno di coltura contenente sostanze capaci di incrementare la motilità degli spermatozoi).
  • Penetrak Test di penetrazione in vitro (consistente nella capacità degli spermatozoi di penetrare nel muco bovino, simile al muco di donna).
  • Mar-test. Esame che permette di rilevare la presenza di anticorpi antispermatozoo (si basa nel mettere a contatto una goccia di liquido seminale con antisiero IgG e particelle di latex IgG).
  • Ricerca spermatozoi nelle urine. Tale esame permette di rilevare la presenza di spermatozoi nelle urine nei casi in cui vi sia eiaculazione retrograda (in vescica urinaria).
  • Post Coital Test. Esame che permette di rilevare la presenza di spermatozoi nel muco vaginale e cervicale dopo il rapporto sessuale e stabilirne la concentrazione e la motilità.
  • Biochimico. Valutazione di markers biochimici seminali per la qualità degli spermatozoi.
  • Visita Uro-andrologica. Valutazione clinica del paziente eventualmente correlata da dosaggi ormonali, color doppler scrotale, ecografica prostatica transrettale.

condivisioni & piace a mamme