featured image

Viaggiare in aereo con un neonato, consigli e raccomandazioni

Quando nasce un bambino, anche le abitudini più consolidate come una vacanza all’estero o un weekend fuori porta vanno leggermente rimodulate, per andare incontro alle esigenze del nuovo arrivato. Ma basta davvero un minimo di consapevolezza per viaggiare in aereo con un neonato senza alcun tipo di problema o inconveniente. Prima di partire, è utile cercare di organizzare al meglio i vari aspetti del viaggio, dal bagaglio agli spostamenti, dal programma quotidiano all’alloggio.

Può essere di aiuto, prima di tutto, fare una lista dettagliata delle cose da portare, in modo da evitare dimenticanze dell’ultimo momento o un sovraccarico inutile. Se viaggiate con un bambino piccolo optate per uno zaino come bagagalio a mano, che vi permetterà di avere sempre le mani libere per prendere in braccio vostro figlio o seguirlo nei suoi primi passi da viaggiatore. Abituatevi a muovervi con un minimo di anticipo, sia per quanto riguarda le prenotazioni che la preparazione delle valige: evitererete corse estenuanti e stress dell’ultimora. Cercate di avviarvi prima del solito anche per raggiungere l’aeroporto: con un bimbo al seguito, gli imprevisti e le “perdite di tempo” sono sempre in agguato.

Al momento della prenotazione o del check-in, cercate, se possibile, di farvi assegnare un posto più spazioso e possibilmente vicino al corridoio: sarà più semplice portare a spasso il piccolo negli inevitabili momenti di noia, o accompagnare in bagno i bambini più grandicelli. Studiate la toilette: se vi sembra troppo complicato cambiare il bambino in uno spazio così angusto e senza i necessari supporti, effettuate l’operazione direttamente al vostro posto. Se poi il viaggio è breve e non ci sono urgenze particolari, cambiate il bebè prima di imbarcarvi e poi direttamente all’arrivo, sfruttando i fasciatoi disponibili nella maggior parte degli aeroporti.

Per evitare problemi di compensazione del cambiamento di pressione e dolore alle orecchie, cercate di far succhiare o mangiare ripetutamente il bambino durante le fasi di decollo e atterraggio: offrite il seno, il ciuccio, il biberon, le dita, la frutta, la pappa, etc. Fate in modo di avere sempre a disposizione, durante il volo, pannolini e salviette, un cambio d’abito completo, una felpa o una copertina, oltre ad acqua ed eventuali alimenti se il bambino è svezzato. Ricordate che le limitazioni sui liquidi nel bagaglio a mano non valgono per quanto riguarda le necessità del bambino. E a parte tutto, cercate di stare sereni e di godere i nuovi ritmi lenti e rilassati. In questo modo, viaggiare in aereo con un neonato sarà un piacere per tutta la famiglia.

condivisioni & piace a mamme