Quando inizia a gattonare un bambino?

Quando inizia a gattonare un bambino?

Tuo figlio è nato da pochi mesi, ha cominciato lo svezzamento, ha imparato a rotolare e girarsi su se stesso, ti incanta da un po’ con risate argentine e lallazioni tenerissime. Ma quando inizia a gattonare? Come sempre, in tema di crescita e sviluppo dei bambini, la risposta è articolata e mai universale. Per prima cosa, dovresti sapere che non tutti i bambini attraversano la fase del gattonamento. Ce ne sono alcuni, infatti, che imparano direttamente a gattonare, mentre altri strisciano a pancia in su o si trascinano in qualche modo, senza però assumere la classica andatura “a quattro zampe”.

I bambini che invece lo fanno, iniziano a gattonare tra i 9 e i 12 mesi, ma anche su questo non c’è una regola valida per tutti. Qualcuno comincia a farlo già intorno ai sei mesi, qualcun altro se la prende particolarmente comoda. No all’ansia, quindi, se tuo figlio tarda a muoversi a quattro zampe, o se lo fa in modo particolare, per esempio strisciando il sedere.

Quello a cui prestare attenzione, quando un bambino inizia a gattonare, è la sicurezza dell’ambiente nel quale si muove. La sua maggiore libertà di movimento, infatti, lo rende in qualche modo più esposto a pericoli e imprevisti, a cominciare dal fatto che, gatton gattoni, potrebbe raggiungere posti a rischio come scale, porte-finestre, etc. Occhio anche a scaffali e altri mobili che il piccolo esploratore potrebbe cominciare a “scalare”, e mai tenere poltrone o sedie sotto le finestre.

Una volta che inizia a gattonare, inoltre, un bambino può facilmente raccogliere in terra piccoli oggetti e portarli alla bocca, quindi occorre abituarsi alla massima attenzione anche da questo punto di vista. Non serve, invece, esagerare nella pulizia del pavimento e delle altre superfici, abusando di detergenti o disinfettanti. Fondamentale, invece, proteggere gli spigoli più insidiosi, che, muovendosi carponi, potrebbero rappresentare un pericolo grave per il tuo bambino.

Anche i caminetti dovrebbero essere messi subito in sicurezza dal momento in cui il piccolo di casa inizia a gattonare, utilizzando barriere, parascintille e altre protezioni. Un occhio di riguardo, infine, è necessario anche per quanto riguarda le prese elettriche, che possono essere coperte con gli appositi dispositivi di sicurezza.