featured image

Il ciuccio, l’importanza della tettina!

Il ciuccio viene spesso demonizzato perchè ritenuto responsabile di problemi ortodontici che potrebbero presentarsi nell’infanzia e nell’adolescenza, e noi mamme ci troviamo così combattute sull’opportunità di utilizzare o meno questo prezioso alleato. Ma fortunatamente ci viene in soccorso la letteratura scientifica, che ci aiuta a definire le indicazioni per un uso corretto del succhietto.

L’Osservatorio Chicco, centro ricerche del noto brand italiano, da anni studia in collaborazione con la Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), il modo migliore per coniugare la scelta di materiali e design di alta qualità e le esigenze del consumatore, partendo da criteri scientifici ben precisi. E se il succhietto è di buona qualità, e quindi anatomicamente progettato per la bocca del bambino, determina uno stimolo funzionale positivo allo sviluppo dell’apparato masticatorio.

Infatti, l’uso di un buon ciuccio risulta essere tonificante per la muscolatura periorale e orbicolare, inducendo positive stimolazioni per la crescita cranio facciale e contribuendo all’armonico sviluppo della bocca.

Per ottimizzare i benefici, oltre all’uso corretto del ciuccio, sono determinanti le caratteristiche della tettina, determinante per il corretto sviluppo della funzionalità della muscolatura del viso e della lingua e per lo sviluppo anatomico del palato.

La tettina, se ben progettata, non solo non causa problemi alla bocca dei bambini, ma anzi, ne favorisce l’allargamento del palato e lo sviluppo della muscolatura del viso e la funzionalità  della lingua. Se morbidissima ed elastica, essa segue i movimenti della lingua e della bocca durante la suzione e la sua forma, incavata al centro e bombata lateralmente, garantisce un corretto sviluppo del palato, in quanto distribuisce uniformemente la pressione della lingua, mentre il profilo inclinato favorisce il naturale posizionamento della lingua. Il collo sottile, oltre che molto morbido e vuoto all’interno, si comprime e consente la chiusura ottimale delle due arcate dentarie e della bocca. Infine le rughe palatine, piccoli rilievi sulla testa della tettina, riproducono le naturali rughe palatine, punti di riferimento dietro i denti incisivi superiori, dove la lingua si posiziona durante la suzione e la deglutizione fisiologica.

condivisioni & piace a mamme