featured image

Sono incinta? I 24 sintomi di una gravidanza

Stai sognando di avere un bambino o, al contrario, sei terrorizzata da una gravidanza indesiderata? Allora sicuramente starai prestando massima attenzione ad ogni piccolo segnale che potrebbe lanciarti il tuo corpo.

Tantissimi sono i “sintomi” che potrebbero insospettirti, mettendoti in allerta sui cambiamenti che il tuo corpo sta subendo per accogliere un eventuale embrione.

Prima di elencarti alcuni tra i sintomi più comuni che indicano l’inizio di una gravidanza, è d’obbligo una premessa: non tutte le gravidanze sono uguali e ogni donna vive esperienze e percezioni molto personali che non possono essere catalogate.

Se vuoi divertirti insieme a noi, potresti fare questo giochino, e segnarti tutti i sintomi presenti nel tuo corpo tra i 24 elencati nella tabella sottostante. Più ne aggiungerai, e più aumenteranno le tue possibilità  di essere incinta!

Sintomi di gravidanza Gravidanza
Assenza di mestruazioni Possibile
Ritardo insolito Possibile
Forte sensazione di “sentirsi incinta” Possibile
Nausea e vomito Possibile
Mutamenti della libido Possibile
Ingrossamento e tensione al seno Possibile
Aumento della minzione Possibile
Insoliti desideri Possibile
Dolori al basso ventre Possibile
Aumento della temperatura basale Possibile
Stanchezza Possibile
Tubercoli di Montgomery Possibile
Cambiamenti della pelle Possibile
Smagliature Possibile
Movimenti fetali Possibile
Colostro dal seno Possibile
Perdite ematiche Possibile
Pancia ingrossata Probabile
Cambiamento di forma dell’utero Probabile
Ingrossamento dell’utero Probabile
Contrazioni Braxton-Hicks Probabile
Test di gravidanza positivo Probabile
Battito fetale Positivo
Rilevamento ecografico Positivo

È importante ricordare che i sintomi elencati nella tabella possono anche non essere presenti, o essere presenti solo in parte. O ancora, essere semplicemente il segnale dell’arrivo delle mestruazioni. Talvolta possono anche essere determinati dal forte desiderio della donna di rimanere incinta. Lo stesso ritardo mestruale può essere dovuto all’ansia di essere (o non essere) incinta.

condivisioni & piace a mamme