Rientro lavoro settore commercio

Buonasera, io dovrei rientrare al lavoro il 25 gennaio quando il mio
bimbo avrà 8 mesi, lavoro in un supermercato il mio direttore mi obbliga a
fare le ferie non godute nel 2010 che sarebbero 5 settimane, rientrando
così il 1 marzo, vorrei sapere se posso scegliere io quando fare le
ferie? Poi le 2 ore per allattamento le scelgo io o sono obbligata farle
come mi impone lui? Mi obbliga iniziare alle 7 del mattino mentre io
avevo richiesto di iniziare qualche ora dopo in quanto dovrei portare il
bimbo al nido sono obbligata ad accettare la sua richiesta? Sono assunta
a tempo indeterminato full-time 38 ore settimanali. Alcuni giorni ha detto
che dovrei fare 2 ore al mattino e 6 o 7 ore al pomeriggio se non accetto
le sue condizioni mi sposta mandandomi in una sede del supermercato
distante dai 20 ai 35 Km. da casa, premetto che lavoro già distante 15
Km. da casa. Come devo comportarmi? Ringrazio

Gentile Franca, rispondo per ordine alle Sue domande. 1. Il piano delle
ferie è stabilito dal datore di lavoro, compatibilmente con le esigenze
organizzative e lavorative dell'azienda. 2. II datore di lavoro deve
concedere alle lavoratrici madri, durante il primo anno di vita del
bambino/a, due periodi di riposo che vengono accordati in base all'effettivo
orario giornaliero di lavoro: 2 ore se l'orario di lavoro è pari o superiore
alle 6 ore giornaliere, i due periodi di riposo sono anche cumulabili
durante la giornata; 1 ora se l'orario di lavoro giornaliero è inferiore
alle 6 ore. La distribuzione delle ore di riposo durante la giornata deve
essere concordata tra la madre ed il datore di lavoro, tenendo anche conto
delle esigenze di servizio. 3. Lei ha il diritto a rientrare nella stessa
sede lavorativa che occupava prima della maternità, a conservare lo stesso
posto di lavoro ed a svolgere le stesse mansioni. L'orario di lavoro,
purtroppo, va concordato con il datore di lavoro, compatibilmente con le
esigenze aziendali. Il Suo datore di lavoro non potrebbe imporLe un
cambiamento di sede, almeno fino al compimento del primo anno di vita del
bambino. Cordiali saluti.