Problemi con la pillola

Ho 36 anni, prendo la pillola (Practil 21) in totale da ormai circa 8
anni, intervallata con una gravidanza di 6 anni fa e una sospensione regolare di circa 5 mesi più o meno un annetto fa. Dalla ripresa regolare di assunzione della pillola e con i vari controlli del sangue ecc., che sono sempre andati bene, è tre mesi che il mio ciclo mestruale non è normale.
Ho iniziato a saltare il mese di Marzo, mentre ad Aprile è venuto regolarmente e invece il mese di Maggio ho saltato di nuovo (dovevano venirmi il 24/25 maggio 03). In coincidenza andando al solito controllo annuale di visita ginecologica
e pap test (effettuata il 3-6-03), il mio nuovo ginecologo (il quale non mi
è piaciuto troppo) mi ha prescritto di fare una ecografia transvaginale per vedere se sono incinta dato che ho saltato il ciclo o per cambiarmi il
tipo di pillola... I miei dubbi sono stati tanti, la prima cosa che ho fatto è stato il test
di gravidanza ed è risultato negativo, quindi le chiedo cortesemente queste 4 piccole cose:
1) È possibile che prendendo regolarmente la pillola il corpo si è
abituato all'uso e non riesce più a coprirmi (questa spiegazione mi
è stata detta dal ginecologo). 2) Il ginecologo già da una visita interna non riesce a sentire se c è la
presenza di una gravidanza? 3) Nel mese di Marzo e Maggio per pochi giorni ho preso del Muscoril in compressa per problemi di dolori alla schiena, può aver fatto si di aver abbassato il dosaggio della pillola. 4) È giusto che se ci fosse il rischio di una gravidanza devo continuare
a prenderla la pillola (dato che il mio ginecologo non mi ha detto niente)? La ringrazio tantissimo

Gentile signora Anna,
la pillola che assume può essere considerata del tipo "a basso dosaggio" e
talvolta le quantità ormonali in essa contenute (escludendo ovviamente gli
errori di assunzione, le interazioni con altri farmaci e i malassorbimenti)
non sono sufficienti a stimolare la mucosa uterina al fine di provocare un
flusso mestruale evidente, pur mantenendo il blocco dell'ovulazione e quindi
la sicurezza contraccettiva; una visita ginecologica in fase precoce di
eventuale gravidanza non sempre riesce a diagnosticarla, per cui ci si
affida ai test sulle urine o sul sangue; non sono segnalate interazioni tra
contraccettivi estroprogestinici ed il Muscoril; può continuare l'assunzione
di pillola anche in mancanza di mestruazione purché abbia escluso in modo
adeguato il dubbio di essere incinta.
Cordiali saluti.