Positiva alla rosolia: sarebbe consigliabile un’amniocentesi?