Omero, tibia, radio e cervelletto più piccoli rispetto alla norma