Il mio capoufficio può impormi un orario assurdo?!

Buongiorno, sono Elisa e lavoro in una ditta come impiegata, a fine
febbraio dovrei rientrare al lavoro, ma il mio capoufficio pretende che
faccia le sei ore di lavoro con due ore di pausa pranzo in mezzo, cioè
così
suddivise: 8.30-12.30 e poi 14.30-16.30 costringendomi così a lasciare mia
figlia al nido dalle 8.00 alle 17.00! Vorrei sapere se è mio diritto fare
le
sei ore di lavoro (che mi spettano fino al compimento di un anno di età di
mia figlia) di seguito o se il mio capoufficio può impormi questo orario
assurdo che non è giustificato da nessuna particolare esigenza aziendale.
Grazie e cordialità.

Buongiorno, le consiglio di avanzare una domanda scritta evidenziando il
"disagio familiare" che si viene a creare pianificando l'orario indicato dal
capo ufficio. Vediamo cosa risponde. Cordialmente