Il dottore mi ha “sbronzoliata”!

Salve,
mi chiamo Daniela, ho 29 anni e sono alla mia 1° gravidanza.
La data dell'ultimo ciclo è 5/3 ma secondo tutte le ecografie (circa 6
finora) compresa la morfologica tra poco inizia la mia 24° settimana (DPP
31/12). Quando arrivò il momento decidemmo di aspettare i risultati della
traslucenza nucale + tritest per eventualmente fare l'amniocentesi...
All'ambulatorio del Fatebenefratelli di Napoli, dove vado, andai con i
risultati del tritest e poi avevo appena finito con gli ovuli datimi per
curare una candida; ero convinta di far bene a farmi dire cosa fare in base
al tritest (avevo davanti ancora una settimana utile per l'amnio) e a
chiedere se dovevo ripetere il tampone per controllare la candida e invece
il dottore mi ha "redarguita" (a Napoli diciamo "sbronzoliata") dicendomi
che era una stupidaggine decidere in base al tritest e che avrei dovuto
decidere da subito per l'amnio, oppure no e inoltre che dopo la cura dei
10
gg di ovuli per la candida non dovevo domandarmi né fare proprio niente.
Ora, chiedendovi scusa per la lunga sfogata, vi domando: ha detto tutto
giusto sul tritest e sulla candida? Il 12/9 ho di nuovo visita con le nuove
analisi e i risultati della morfologica che ho fatto nel frattempo (l'ultima
visita ci fu il 25/7) ma non ci vado a cuor leggero e soprattutto spero di
non rincontrare lo stesso gine (fanno rotazione in 4 dott. diversi..., per
fortuna). Complimenti per il sito. Buon lavoro.

Gentile Dani,
sono anch'io di Napoli, quindi intendo perfettamente cosa vuol dire quando
l'hanno "sbronzoliata" (=maltrattata). Purtroppo negli ambulatori pubblici
(o equiparati come il Fatebenefratelli) c'è l'inconveniente che il medico
non è sempre lo stesso. Così se uno prescrive il tritest, ce n'è un altro
che lo ritiene un test ormai superato e insufficiente (e forse ha ragione)...
e poi la "sbronzolea", mentre dovrebbe "sbronzoliare" il collega, o almeno
mettersi d'accordo con un protocollo comune. Cosa dirle: ora è alla 24a
settimana e il discorso amniocentesi è ormai alle spalle. Se aveva fatto
il tritest, evidentemente vi aveva riposto fiducia, e quindi ne accetti
con piacere il risultato negativo e guardi avanti con ottimismo. Potrà essere
un test ad attendibilità limitata al 60%, ma è pur sempre un risultato.
Per la candida, si faccia visitare e faccia giudicare al ginecologo se ha
bisogno o no di ulteriore terapia. Cordiali saluti.