Gravidanza a rischio per dipendente pubblico a scuola e docente contrattista all’università

Gent. Esperto,
ho 32 anni e purtroppo ho avuto due aborti e quindi la mia (eventuale)
gravidanza, che con mio marito sto cercando, sarà a rischio. La mia
situazione professionale è tuttavia piuttosto complessa e non so che
diritti ho. È da dieci anni che faccio ricerca all'università con contratti a
progetto di vario genere a distanza di due o tre mesi l'uno dall'altro.
Da un anno sono riuscita a entrare all'università come docente a
contratto: 40 h di lezione nel primo semestre e gli esami (sono pagata a
ore). Le avrò, con grande gioia, anche l'anno prossimo. Ma se rinuncio,
vi è alta probabilità che le perderò per tutti gli anni successivi.
Dall'anno scorso sono anche entrata di ruolo a scuola: con l'università
non riuscivo a pagarmi il mutuo casa! La sede del ruolo è a 128 km da
casa, ottengo sempre l'assegnazione provvisoria a circa 50 km da casa (se
va bene; se va male, 80 km).
Mio marito ed io, insieme da 14 anni, desideriamo fortemente un bimbo.
Ora mio marito ha fatto una cura e il ginecologo ha detto che possiamo
riprovare. Però vi è alta probabilità che sarà una gravidanza a rischio.
Volevo sapere se nel mio caso è possibile ottenere la gravidanza a
rischio per la scuola pur proseguendo invece all'università: quest'ultima
prevede infatti solo 6 h a settimana e molto vicine a casa (4 km)
contrariamente alla scuola (tra ore insegnamento e ore funzione, circa 35
h a settimana, e a 50 km da casa).
Grazie mille.

Cara Aspirante Mamma,
innanzitutto le auguro che la prossima futura gravidanza, contrariamente
alle aspettative, possa essere serena.
Qualora così non fosse, sono dolente di dirle che l'astensione anticipata
dal lavoro, per complicanze della gravidanza è incompatibile con
l'insegnamento, seppure a contrato, presso l'università. Cordiali saluti