È ancora possibile curare la clamidia ed evitare l’intervento?