Dovrò svolgere la mia attività lavorativa a 250 km di distanza!!!

Mio figlio è nato il 29/12/08, ho avuto una gravidanza a rischio
astenendomi dal lavoro dal 2° mese di gestazione, ho usufruito della
maternità obbligatoria e facoltativa e dovrei rientrare al lavoro il
01/10/09, in questi giorni mi è arrivata comunicazione dal datore di
lavoro che dovrò svolgere la mia attività lavorativa alla sede legale
che
dista 250 km, è sicuramente un pretesto per mandarmi via, intanto sono
stressata perche il bimbo ancora non dorme la notte è possibile
astenersi
per stress senza rientrare al lavoro? Ho sentito parlare di stress da
parto, posso ancora richiederlo? Cosa devo fare? Devo farmi visitare da
un neurologo?

Gentile signora, successivamente all'astensione obbligatoria o facoltativa
che sia, il rientro del lavoratore sul posto di lavoro deve essere garantito o
nello stesso luogo o in una sede insistente nel medesimo comune, pertanto il
suo datore di lavoro non può adibirla ad altra sede se questa non è situata
nello stesso comune dove fino a prima del congedo lei ha lavorato.
Per quanto attiene allo stress da parto, se le viene riconosciuto rientrerebbe
in una normale malattia che le consentirebbe l'astensione dal lavoro come un
qualsiasi lavoratore, astensione per malattia di cui lei può usufruire in
quanto non computata nell'astensione obbligatoria o facoltativa di cui ha già
usufruito.
Cordialmente