Corpi di polizia Municipale e maternità anticipata

Salve, sono alla 10 settimana di Gravidanza, il mio ginecologo,
considerato che io passo la mia giornata lavorativa sempre in piedi e
all'esterno, da subito avendo oltretutto l'utero molto contratto ha
deciso di farmi un certificato per gravidanza a rischio. Il certificato
per il momento mi viene rinnovato di quindici gg in quindici gg poiché
il medico ritiene che se le cose vanno per il verso giusto potrei
rientrare al lavoro ma naturalmente in ufficio e non per strada. Ho
accennato al mio comandante tutto questo e mi è stato risposto
sgarbatamente di starmene a casa che non è possibile che io stia in
ufficio. Ora mi chiedo esiste una legge che può tutelarmi in questo
senso?? Se le mie condizioni non migliorano e dovrò stare a casa sul
serio, dove devo portare i certificati? Qual è la reale procedura da
seguire? Grazie.

Gentile Monica, esiste una specifica procedura per ottenere il
riconoscimento all'interdizione anticipata e la corresponsione della
correlativa indennità. In base a suddetta procedura Lei è tenuta: 1) a
presentare richiesta di maternità anticipata alla Direzione Provinciale del
Lavoro competente per territorio allegando il certificato di gravidanza e il
certificato medico, rilasciato da ginecologo di ASL, che attesti l’esistenza
di eventuali condizioni di rischio; 2) la Direzione Provinciale del Lavoro
rilascia una ricevuta in duplice copia (una per il Suo datore di lavoro) in
cui attesta la Sua richiesta di maternità anticipata; 3) entro 7 giorni la
Direzione Provinciale del Lavoro approva la Sua domanda di maternità
anticipata. Le rammento che la maternità anticipata spetta di diritto alla
lavoratrice nei casi specificamente previsti dal decreto legislativo 151/01
(problemi di salute della gestante, lavoro o luogo di lavoro insalubre,
mansioni pesanti ed impossibilità di essere adibita ad altre mansioni). Le
consiglio, pertanto, di rivolgersi direttamente alla Direzione Provinciale
del Lavoro territorialmente competente per avere informazioni sulla Sua
domanda di congedo anticipato. Cordiali saluti.