Beta basse: quale futuro?