featured image

Transferrina

A cura del Dott. Giovanni Buonsanti, Biologo e Specialista in Genetica Applicata

Transferrina Generalità

La transferrina è una proteina in grado di legare gli atomi di ferro e trasportarli nei distretti dell’organismo che ne hanno necessità ; la sua biosintesi avviene nel fegato ed è finemente regolata a seconda delle necessità  e delle riserve di ferro. In caso di carenza di ferro il dosaggio della ferritina e la saturazione della trasferrina risultano indicatori molto utili per capire se si tratta effettivamente di una carenza di ferro o se il ferro è presente come deposito e sta per essere mobilitato per far fronte ad una aumentata esigenza temporanea.

=> Esami del sangue

Esami di laboratorio

L’esame di laboratorio si effettua con un semplice prelievo di sangue a digiuno, ed i valori normali sono generalmente compresi tra 2,0 e 3,6 g/L. La saturazione della trasferrina è un test molto utile per diagnosticare una malattia, l’emocromatosi, che causa un sovraccarico di ferro nell’organismo. Si tratta di una malattia ereditaria estremamente diffusa (interessa una percentuale compresa tra 0,3 e 0,8% dell’intera popolazione europea), anche se spesso non diagnosticata; si manifesta in età  adulta e, se non curata, può portare serie conseguenze epatiche (cirrosi, tumore) oltre che diabete ed ipogonadismo. Sebbene non abbia specificità  assoluta, un test di saturazione della tranferrina con valori superiori al 50% indica generalmente un sovraccarico di ferro alla cui base c’è un’emocromatosi.

_____________________________________

* Le schede degli esami sono estratte dal Volume:

“Guida agli esami di laboratorio durante la gravidanza”

copertina_buonsanti

Per acquistare il volume completo cliccare qui

 

 

condivisioni & piace a mamme