Testosterone

Testosterone

A cura del Dott. Giovanni Buonsanti, Biologo e Specialista in Genetica Applicata

Testosterone: che cos’è

È il principale ormone sessuale maschile, appartenente alla categoria degli androgeni. Durante la pubertà il testosterone stimola lo sviluppo degli spermatozoi nei testicoli e dei caratteri sessuali maschili primari e secondari, provocando la crescita degli organi genitali, della barba e dei peli pubici e il cambiamento della voce.

Viene prodotto soprattutto nelle cellule di Leydig dei testicoli, sotto l’influenza dell’ormone luteinizzante (LH) liberato dall’ipofisi anteriore. Nella donna, invece, è un prodotto della trasformazione di un altro ormone prodotto da surrenali e ovaie.

A cosa serve

Nell’uomo il calo del testosterone indica un’insufficienza delle gonadi, che può essere dovuta a insufficienza dell’ipofisi o tumore dell’ipotalamo (due ghiandole endocrine), con abbassamento degli ormoni follicolo stimolante e luteinizzante, oppure a danni periferici (orchiti, castrazione, ecc.), con aumento degli altri due ormoni. Nella donna il dosaggio del testosterone (associato a quello di altri ormoni) serve a stabilire la causa dell’irsutismo.

Un aumento del testosterone è presente nella pubertà precoce idiopatica o provocata da lesioni del sistema nervoso centrale, nei tumori surrenalici o nell’iperplasia surrenale congenita. I livelli più elevati sono riscontrabili nelle prime ore del mattino. Livelli diminuiti o ai limiti bassi della norma, si riscontrano nella cirrosi epatica, durante la terapia estrogenica, nelle obesità marcate, in associazione ad alti livelli di LH, nell’insufficienza renale e nella malnutrizione.

Come si svolge l’esame

L’esame si effettua su un campione di sangue. Tutti i farmaci che possono influenzare i livelli plasmatici di testosterone (a base di estratti tiroidei, GH, testosterone ed estrogeni) debbono essere sospesi 72 ore prima del test. Non è strettamente necessario il digiuno prima del prelievo, anche se un siero lipemico può interferire con i risultati del dosaggio.

I risultati *

Nell’uomo prima dello sviluppo i valori normali variano da 0,1 a 5 ng/ml di sangue; nell’uomo adulto variano da 3,5 a 7,5 ng/ml di sangue; nell’anziano con più di 60 anni da 1 a 5 ng/ml. Nella donna i valori normali variano nella fase follicolare da 0,25 a 0,35 ng/ml; nella fase preovulatoria da 0,33 a 0,47 ng/ml; nella fase luteinica da 0,30 a 0,40 ng/ml; nella menopausa da 0,25 a 0,35 ng/ml.

_____________________________________

* Le schede degli esami sono estratte dal Volume:

“Guida agli esami di laboratorio durante la gravidanza”

copertina_buonsanti

Per acquistare il volume completo cliccare qui