Helicobacter Pylori

Come si effettua l'analisi volta a rilevare la presenza di Helicobacter pylori, comune causa dell'ulcera sia gastrica che duodenale.
Helicobacter Pylori

In collaborazione con Terzaeta.com

Helicobacter pylori Che cos’è

È un batterio spiraliforme gram negativo che vive annidato nella mucosa gastrica negli strati profondi del gel di muco che riveste la parete interna dello stomaco. Rappresenta la più comune causa dell’ulcera sia gastrica che duodenale. Questo batterio possiede diverse proprietà  che gli permettono di sopravvivere nell’ambiente acido presente nello stomaco.

A cosa serve

L’Helicobacter Pylori è associato con gastrite cronica ed ulcera peptica. Non esiste una sintomatologia specifica che permette di formulare una sicura diagnosi di infezione da Helicobacter. L’unico modo per giungere ad una diagnosi sicura è la ricerca diretta del batterio nelle feci. Tale metodologia dà  la possibilità, in campioni di feci, di tipizzare il batterio a seconda della presenza o meno di alcuni geni (ad es. gene CagA o VacA) a cui è legata la particolare virulenza dell’infezione. Può essere riscontrato anche in pazienti asintomatici con o senza segni istologici di gastrite. Infatti, non tutte le persone infette accusano sintomi, ma tutti mostrano modificazioni a carico della mucosa gastrica (Gastrite Cronica Superficiale).

Come si svolge l’esame

Su campione di feci.

Risultati

I valori normali sono negativi.