featured image

Creatinina

A cura del Dott. Giovanni Buonsanti Biologo e Specialista in Genetica Applicata

Creatininemia: Generalità

La creatinina circolante è il prodotto di scarto del metabolismo della creatina fosfato, presente nei muscoli, che viene utilizzata come fonte di energia: un enzima, la creatinchinasi, utilizza la creatina fosfato come fonte di gruppi fosfato per la biosintesi di ATP, la moneta energetica del nostro organismo.

La trasformazione avviene ad una velocità  piuttosto costante: ogni 24 ore circa l’1-2% della creatina fosfato viene convertito in creatinina che viene eliminata grazie al filtraggio renale.

Esami di laboratorio

L’esame di laboratorio si effettua con un semplice prelievo di sangue a digiuno, ed i valori normali sono generalmente compresi tra 0,7 e 1,5 mg/dl, ma possono variare in base all’età  ed al sesso.

Elevati livelli di creatinina e di azotemia nel siero si riscontrano in pazienti con disfunzioni renali, soprattutto causate da una ridotta filtrazione glomerulare; tuttavia, al contrario dell’azotemia i cui livelli possono essere influenzati anche dalla dieta, la creatinina si mantiene inalterata rispetto all’introito alimentare e quindi il suo dosaggio rappresenta senz’altro un test di funzionalità  renale molto più affidabile del dosaggio dell’azotemia.

_____________________________________

* Le schede degli esami sono estratte dal Volume:

“Guida agli esami di laboratorio durante la gravidanza”

copertina_buonsanti

Per acquistare il volume completo cliccare qui

 

 

condivisioni & piace a mamme