Calcio

Per il buon funzionamento dell'organismo è necessario che la quantità di calcio rimanga costante: ecco come si effettua l'analisi.
Calcio

In collaborazione con Terzaeta.com

Calcio Che cos’è

Il calcio è un metallo alcalino-terroso che esplica la sua attività in diversi processi biologici che coinvolgono l’ossificazione, la coagulazione del sangue, la regolazione dell’eccitabilità neuromuscolare e la regolazione dell’equilibrio acido-base.

A cosa serve

Il calcio è indispensabile per la struttura delle ossa, per l’attività di molti enzimi, per il processo di coagulazione del sangue e per la contrazione dei muscoli, in particolare del cuore. La sua quantità deve rimanere costante nell’organismo. Quello in eccesso passa nei reni e viene eliminato attraverso le urine. È uno degli esami da includere negli esami di controllo del paziente cardiopatico, o in generale con aterosclerosi, in quanto il calcio viene ritenuto un vero e proprio fattore di rischio per questo tipo di patologie. I livelli ematici del calcio vengono regolati dalle ghiandole paratiroidi e dalla vitamina D.

I suoi valori sono aumentati per l’eccessivo funzionamento delle ghiandole paratiroidi, che hanno proprio il compito di regolare il contenuto di calcio nell’organismo, la presenza di malattie che provocano la distruzione delle ossa, come l’osteoporosi, tumori primitivi o metastasi alle ossa, disidratazione, sarcoidosi, eccessivo assorbimento di vitamina D che, a sua volta, favorisce un assorbimento eccessivo di calcio, immobilizzazione prolungata, TBC, ipercalcemia idiopatica dell’infanzia, sindrome di Addison, morbo di Hodgkin, malattia di Paget ossea, acromegalia, iperparatiroidismo, feocromocitoma, patologie croniche epatiche in fase avanzata, intossicazione da alluminio, rabdomiolisi. Terapie diuretiche possono falsamente aumentarne i livelli.

Essi diminuiscono, invece, in seguito ad una dieta sbagliata, che non garantisce un apporto sufficiente del minerale, nell’insufficienza renale, ipoparatiroidismo, deficit di vitamina D, osteomalacia, malassorbimento, acidosi renale tubulare, pancreatite acuta.

Come si svolge l’esame

Viene effettuato un prelievo di sangue.

I risultati*

La quantità corretta di calcio nel sangue deve essere compresa fra 9 e 10,7 milligrammi per decilitro. Nei bambini a causa della crescita e dell’attiva formazione ossea i valori sono normalmente più alti (9-11 mg/dl).

* È importante ricordare che i valori delle analisi cliniche possono essere assai diversi a seconda della metodica utilizzata.