featured image

Ragadi al seno

Sono dei piccoli tagli localizzati al bordo dell’areola o sul capezzolo, che rendono molto dolorosa la poppata. Tuttavia, usando semplici accorgimenti, è facile prevenirli e curarli:

  • correggete la posizione di attacco del bambino al seno, che è quasi sempre la causa prima delle ragadi;
  • evitate di usare detergenti specifici o prodotti topici. è dimostrato che l’uso di detergenti specifici, creme protettive, pomate o garze cicatrizzanti non previene e non cura le ragadi, anzi il loro odore particolare può essere sgradevole per il neonato che quindi rifiuta il seno. è sufficiente lavare il seno con un detergente neutro non profumato prima e dopo la poppata;
  • iniziate la poppata dalla mammella sana, passando all’altra quando il riflesso di eiezione del latte è già  iniziato;
  • esponete il seno all’aria per qualche tempo tra una poppata e l’altra. D’estate se possibile esponete il seno al sole, d’inverno può andare bene anche asciugarlo per qualche minuto con il phon;
  • portate delle coppette antiragadi tra una poppata e l’altra, che tengono il capezzolo e l’areola asciutti e separati dai vestiti, protetti da una cupola traforata che permette l’areazione;
  • evitate l’uso dei paracapezzoli, che impediscono al bambino di succhiare correttamente e inibiscono il riflesso che stimola la lattazione.

=> Allattamento al seno: guida

 

 

condivisioni & piace a mamme