featured image

Prof. Silvestro Lucchese

– 2 Idoneità nazionali a Primario
– Chirurgo Ospedaliero per trentacinque anni negli Ospedali del Lazio
– Responsabile di Servizio, Dirigente di alta specializzazione
– Ha diretto Divisioni di Chirurgia Ospedaliere
– Direttore scientifico Riviste di Chirurgia – Autore di numerose pubblicazioni e libri di Chirurgia, tra cui il recente: “Manuale pratico di proctologia d’urgenza” edito da Società Italiana di Chirurgia Colorettale.
– Ha partecipato a numerosi corsi di aggiornamento, convegni, tavole rotonde, simposi,workshop e corsi di perfezionamento in Italia ed all’estero (es. Chirurgia colo-proctologica presso Krankenhaus St. Elisabeth – Wien, Minimally Invasive Operating Tecniques in Colorectal Surgery presso l’European Surgery Institute – Hamburg, ecc.)  anche come relatore, moderatore, discussant, presidente, direttore scientifico, ecc.
– Professore dal 1996 nella Facoltà di Medicina dell’ Università La Sapienza, dell’Università di Tor Vergata, nei Corsi di Perfezionamento, nei Master Universitari di II° e III° livello, Titolare di corsi di insegnamento nella Scuola di Specializzazione in Chirurgia generale dell’ Università “La Sapienza”.
Circa 4000 interventi di piccola, media ed alta chirurgia del collo, toracica, addominale (molti anche in laparoscopia), moltissimi di colon-proctologia, ecc.

SEZIONI ED INDICAZIONI PER IL PUBBLICO
  

CHIRURGIA GENERALE
 

Il Prof. Silvestro Lucchese risponde ai quesiti inerenti la Chirurgia Generale in relazione alla corretta diagnosi e cura delle malattie di interesse chirurgico.

COLON-PROCTOLOGIA
 

Il Prof. Silvestro Lucchese risponde ai quesiti inerenti:
– Dolori addominali
– Digestione e funzione intestinale:  in particolare come studiare e come curare correttamente la stitichezza e le sue conseguenze specie in gravidanza.
– Sindrome dell'intestino irritabile (SII) e malattie infiammatorie dell’intestino
– Malattie del colon-retto
– Malattie dell’ano e del piano pelvico- perineale (prurito, sanguinamento  emorroidi, ragadi, fistole, prolasso,ecc).

 recapiti:

Il Prof. Silvestro Lucchese esercita la propria attività professionale a Roma e riceve presso:

Studio Medico Sabazio
Via Sabazio,13 – 00199 Roma (Piazza Istria – C.so Trieste)
Tel 06 8840502 – 06 85301565
Casa di cura “Sanatrix“
Via di Trasone, 61 – 00199 Roma (Via di Priscilla – Villa Ada)
Tel. 06 86321981
Telefono personale 336.786113
Per ogni particolare esigenza, può scrivere a:
[email protected]

SilvestroLucchese.com

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Colonproctologo

Emorroidi e sanguinamento, come posso risolvere senza ricorrere all'intervento?

Egregio Professore, chiedo il suo aiuto in quanto da qualche giorno ho sanguinamento quando le feci sono dure. Detto problema si risolve immediatamente al termine dell'evacuazione. L'ho avuto per due giorni, poi per un giorno nulla, poi sono passati due giorni senza andare di corpo ed il giorno seguente feci dure e sanguinamento all'atto dell'evacuazione. Grazie mille

Medico Risponde - Colonproctologo

Spasmi dopo defecazione

Buongiorno,sono alla 19 settimana di gravidanza e mi si sono presentati dei disturbi già avuti in passato. Subito dopo la defecazione, inizio ad avere spasmi anali che si irradiano al perineo e al basso ventre, si acuiscono da seduta e si riducono per poi attenuarsi alla sera. Riesco a riposare senza problema e alla mattina mi sveglio in stato di benessere, finché non evacuo.Ho un alvo alterno, così come spesso mi capitava prima della gravidanza. Non ho perdite di sangue, se non riscontro di esigua macchia dopo episodio di stitichezza recente. A questi disturbi si è aggiunto bruciore alla minzione e dolori addomino pelvici intensi, confondibili con crampi uterini, tanto da farmi andare per accertamenti in PS della Mangiagalli per essere poi dimessa senza problemi con collo uterino chiuso e cervicometria a 39.Stamane ho provato con supposta di ultraproct consigliata dal ginecologo, introdotta subito dopo la defecazione e i sintomi sembrano ridotti. Prima della gravidanza ho fatto un'anoscopia che mostrava arrossamento della mucosa anale e all'esplorazione rettale dolore alla digitopressione in corrispondenza del coccige con spasmo evocato. Grazie.Cordiali saluti.

Medico Risponde - Colonproctologo

Stitichezza e mannitolo

Salve Dottore, sono la mamma di Andrea, un bimbo di 16 mesi. Andrea è sempre cresciuto regolarmente; attualmente pesa 10.2 kg ed è alto 78 cm. L'unico problema è il suo intestino pigro, da quando ho iniziato lo scorso anno (verso marzo) lo svezzamento. Fino a 6 mesi e mezzo ha preso solo il mio latte, successivamente, come ho introdotto cibi più solidi, ha iniziato a non fare più la cacca da solo! Le cose sono migliorate con l'estate, quando ha imparato a gattonare nella sabbia. Adesso da circa un mese non riesce più a farla nuovamente. Sono costretta a stimolarlo con sondini, microclismi o come sostiene la nostra pediatra, con lassativi, nonostante mangi qualsiasi cosa gli venga proposta (frutta e verdura di tutti i tipi, carne, pesce, legumi alternandoli) e prenda ancora il mio latte. Ho sentito parlare anche del mannitolo! Cosa ne pensa al riguardo? Cosa posso introdurre nella sua alimentazione che lo possa aiutare, evitando lassativi e puntando più su qualcosa di naturale? Grazie Cordiali Saluti

Medico Risponde - Colonproctologo

Stipsi cronica in bimba di quattro anni

Salve Dottore, mi chiamo Saverio e sono padre di una splendida bambina di 4 anni nata prematuramente alla 28° settimana di gestazione con il problema della stitichezza sin dalla nascita. Abbiamo provato, per 7-8 mesi continui Onligol per l'ammorbidimento delle feci e andava discretamente bene, ma appena proviamo "molto gradualmente" a toglierlo, si torna a capo. In verità sono anche un po’ contrario a tutta questa quantità di medicinale, non vorrei che l'intestino si abituasse. In quest'ultima settimana gliel’ho fatta fare tutti i giorni con il mini-clistere per vedere se la faceva ugualmente dura ed ho appurato che effettivamente liberandosi tutti i giorni o quasi, non ha problemi, solo che ha paura a farla e sono obbligato ad usare qualcosa (clisteri, onligol). Ieri sono stato di nuovo dal dottore che mi ha dato un altro farmaco (MOVICOL) da usare tutti i giorni per addirittura 2 anni. A me, la cosa spaventa, mi sembra un po’ troppo. Ho paura che abbia qualche controindicazione o che l'intestino si abitui. Lei cosa mi consiglia di fare? Cosa ne pensa a riguardo? P.S. con l'alimentazione faccio già tutto il possibile (prugne, kiwi, fibre, acqua, ecc).

Medico Risponde - Colonproctologo

Intervento per le ragadi anali: potrò partorire naturalmente?

Salve dottore, a fine mese devo partorire il mio secondo figlio. Il parto è previsto naturale. Il primo l'ho partorito 19 mesi fa, sempre con parto naturale. Solo che dopo due mesi mi sono uscite le ragadi anali e ho dovuto fare l'intervento chirurgico. Ora volevo sapere se adesso posso fare di nuovo un parto naturale. Grazie

Medico Risponde - Colonproctologo

Perdo sangue dall'ano e le feci sono molto scure…

Salve, sono alla 30esima settimana di gravidanza. Quando vado in bagno perdo sangue dall'ano e le feci sono molto scure, quasi nere. Cosa posso fare? Ci possono essere problemi con la bambina?

Medico Risponde - Colonproctologo

Prolasso rettale e gravidanza

Buonasera dottore, sono una sua collega, da due mesi ho partorito e come conseguenza della gravidanza ho un lievissimo prolasso rettale dopo sforzo con senso di peso alla stazione eretta prolungata. Niente incontinenza né dolore alla defecazione. In gravidanza tuttavia non potevo stare in ortostasi dal dolore. La mia intenzione è di avere presto altri figli. In questi casi lievi come il mio la terapia è chirurgica? Nell'eventualità di un intervento chirurgico dovrei aspettare per avere altri figli? Sono tentata di averne presto un altro figlio e poi eventualmente operarmi... sbaglio? Grazie della preziosa risposta.

Medico Risponde - Colonproctologo

Bimbo di 7 mesi con ascesso perianale con fistola

Buongiorno dottore, gradirei avere un suo parere ed eventuali consigli su quanto sta accadendo al mio bimbo: a 4 mesi abbiamo notato la comparsa di un ascesso perianale ad ore 9 che è spurgato spontaneamente ed abbiamo fatto eseguire in ospedale (di Trapani) reparto di chirurgia pediatrica un lavaggio e medicazione della ferita. A Pasqua si è ripresentato l'ascesso con gonfiore e dolore per il bambino. Il materiale compariva dall'orifizio anale ed abbiamo avuto così conferma che era presente una (e spero solo una) fistola. Questa volta il chirurgo ha fatto una piccola incisione, spurgato, lavato e medicato. Purtroppo a distanza di neanche 2 settimane si è di nuovo ripresentato il problema. La mia domanda è questa: ci hanno detto che non c'è nulla da fare, che la prassi è di fare sempre queste piccoli incisioni (comunque dolorose per il bambino) accompagnate da cura antibiotica via orale. Se il problema persiste che bisogna eseguire un intervento invasivo di cui onestamente siamo restii al momento a far eseguire. Visto che il mio bimbo ha 7 mesi, esiste qualche altro metodo non invasivo alternativo all'intervento chirurgico o comunque un centro, una struttura specializzata a cui potremmo rivolgerci? La ringrazio anticipatamente.

Medico Risponde - Colonproctologo

Fistola pilonidale sacro coccigea

Buongiorno, ancora una domanda sulla questione di cui all'oggetto. La mia compagna è stata operata la prima volta all'età di 16 anni (ora ne ha 30), ed ha avuto 4 recidive e un totale di 6 interventi, comunque non risolutivi in quanto la cisti è ancora là, ed ora siamo alla 24 settimana di gravidanza. La cisti lei "la sente", ma ha davvero enormi difficoltà psicologiche a sottoporsi ed un eco transrettale, perchè le sue esperienze chirurgiche ed umane con i medici che la hanno più volte operata sono state davvero devastanti. Le mie domande sono le seguenti: Dopo tanti interventi e comunque la presenza della cisti, seppur non valutabile ecograficamente, suggerisce caldamente un parto cesareo? vi sono eventi che questa cisti può statisticamente scatenare durante la gravidanza, prima del parto? La situazione già mi preoccupa per l'emoglobina che è già a 10.4, con piastrine intorno a 120.000 (valore simile già prima della gravidanza, senza causa evidente, nonostante i numerosi accertamenti effettuati) e per la presenza di anticorpi anti-TPO. E la ginecologa che la segue non mi convince... Grazie per l'attenzione

Medico Risponde - Colonproctologo

Emorroidi peggiorate...

Buonasera, sono alle 27ma settimana di gravidanza e stasera mentre mi lavavo ho notato che le piccole emorroidi che avevo prima della gravidanza sono aumentate. Non sento bruciori però e vado regolarmente ogni giorno in bagno (mangio tanta frutta e cereali contro la stitichezza). È normale che siano più grosse in questo periodo? Devo fare qualcosa per ridurle? Grazie per la risposta.

Medico Risponde - Colonproctologo

Ragade anale che non guarisce

Salve, ho 33 anni e sono incinta di 8 settimane. Tutto è iniziato un mese fa, intorno alla metà di dicembre, avvertivo dei forti fastidi nella zona anali che presto si sono trasformati in dolori. L'ultima volta che ho avuto una ragade è stato 3 anni fa, quindi riconosco i sintomi. Ho iniziato a stare molta attenta all'alimentazione moltiplicando l'assunzione di fibre e liquidi. Purtroppo non passa. Il dolore è fortissimo e i sanguinamenti copiosi. 5 giorni fa ho fatto una visita proctologica e mi è stata diagnosticata, come prevedevo, una ragade anale. La cura prescrittami è l'applicazione, due volte al giorno di crema a base di nifedipine e due lassativi. A distanza di 5 giorni la situazione non è migliorata e, anzi, ho notato un'infiammazione e un gonfiore al perineo. Non so più che fare...

Medico Risponde - Colonproctologo

Somministrazione di betametasone in gravidanza

Salve, soffro di proctosigmoidite ulcerosa, colonpatia funzionale essendo in gravidanza posso continuare a usare il betametasone dipropionato con il quale trovo sollievo e la manna per la funzionalità intestinale. Grazie!

Medico Risponde - Colonproctologo

Crusca d' avena

Ill.mo dottore, sono in gravidanza di 11 settimane ma il mio problema è la stipsi. Alcune mie amiche mi hanno consigliato di prendere la crusca d'avena, Lei cosa mi indica di fare? Ho già provato con sciroppo che mi ha consigliato il mio ginecologo, mangio verdure e minestre ma il problema non si risolve. Ringraziandola anticipatamente resto in attesa di una sua risposta in merito. Cordiali saluti

Medico Risponde - Colonproctologo

Gravidanza e dolore ano-rettale

Buonasera, sono una donna di 33 anni alla 19 settimana di gravidanza. Da dieci giorni ho sensazione di forte peso e dolore rettale e vaginale, soprattutto rettale, che nell'ultima settimana mi impedisce di stare in ortostatismo. La camminata veloce e la posizione supina non evocano invece i sintomi. Il peso probabilmente è l'utero che grava... Ma da forte dolore e mi chiedo... Ho un cedimento del pavimento pelvico? Mancano ancora 5 mesi alla fine della gravidanza, rischio che questi muscoli non reggano quando l’utero crescerà molto più? Grazie mille per la risposta.

Medico Risponde - Colonproctologo

Stitichezza in bimba di 25 mesi

Egregio dottore, sono la mamma di una bimba di quasi 25 mesi. Da qualche settimana va di corpo di meno e le sue feci sono durissime. Abbiamo provato il lattulosio, ma la bimba non lo gradisce per via del sapore. Possiamosomministrarle il Benefibra insapore o ha qualche altro prodotto da consigliarci? La ringrazio infinitamente e le porgo distinti saluti

Medico Risponde - Colonproctologo

Ragadi anali al mio piccolo di due anni e mezzo...

Gentilissimi, sono la mamma di un bimbo di due anni e mezzo che soffre da circa un anno di stitichezza che però è migliorata. Il piccolo però continua a non volere defecare, piange e si rifiuta totalmente! Ho anche trovato delle striature di sangue nelle feci (ma non sempre solo alcune volte) mi sono rivolta alla pediatra la quale non è riuscita ad ispezionare l'ano del mio bambino perchè il piccolo si è opposto categoricamente, rendendo impossibile la visita... però mi ha detto che probabilmente è una cosa interna, mi ha prescritto la pomata di connettivina plus 0,2% e 1% crema... ma non assume nient'altro ma basterà??? Non sarebbe necessario uno sciroppo o riprendere le bustine di pediapax per migliorare la consistenza delle feci, visto che il piccolo la fa alcune volte ogni giorno altre ogni due massimo tre giorni, anche se spontaneamente e senza nessun ausilio... però piange molto, io non so come aiutarlo. Per favore, datemi qualche altra informazione in merito...viringrazio anticipatamente

Medico Risponde - Colonproctologo

Emorroidi e gravidanza

Gentile dr., da qualche tempo avverto un bruciore e fastidio a livello di orifizio anale e il mio medico di base mi ha detto essere delle emorroidi, alcune colleghe che ci sono già passate mi hanno parlato bene di un prodotto, il rigenoma spray, su internet riporta olio ozonizzato con malaleuca alterni foglia. Vorrei sapere da lei se lo conosce e se secondo lei può risolvere o togliermi il fastidio e se in gravidanza può avere degli effetti collaterali. La ringrazio anticipatamente.

Medico Risponde - Colonproctologo

Stitichezza nei neonati

Buongiorno, sono mamma di una bimba di quattro mesi e mezzo che allatto al seno. La bimba è sempre stata abbastanza regolare ad andare di corpo (quasi sempre una volta al giorno) ma da circa due settimane devo intervenire con micro clisterini per aiutarla ad espellere e non riesce più a farla da sola.Preciso che allattandola sto molto attenta alla mia alimentazione e con l inizio dello svezzamento neanche gli omogeneizzati di pera l hanno aiutata.Cosa posso fare? Inoltre dopo i micro clisterini vedo che fa molto fatica a farla e soffre parecchio. Può coincidere che questa stitichezza e la conseguenza dell’inizio di dolore alle gengive/dentini? Vi ringrazio per l’attenzione

Medico Risponde - Colonproctologo

Stipsi ostruttiva e gravidanza gemellare

Gent.mo Dottore, mi perdoni se la disturbo con una domanda forse futile. Premesso che sono incinta alla nona settimana, qualche giorno fa purtroppo ho avuto un episodio di stipsi ostruttiva. Mi sono trovata ad affrontare dolori lancinanti se solo tentavo di alzarmi dal water non riuscivo in quanto avevo... scusi, ma mi imbarazza... le feci a metà... purtroppo ho sforzato parecchio per riuscire a liberarmi tra urli e pianti di dolore. A tutto ciò poi invece si è sommata la paura di perdere i gemellini per l'immane sforzo. Non ho avuto fortunatamente nessuna perdita, ma Le volevo chiedere se può essere successo qualcosa ai feti in questa circostanza, in quanto conoscenze mi hanno spaventato quando sapendo dell'accaduto mi hanno ribadito che non dovevo assolutamente spingere in quel modo... ma mi creda non ce ne erano altri... Ho seguito i consigli sul sito e va molto meglio. La ringrazio per l'attenzione e La prego di scusarmi ancora se la mia domanda risulta una delle tante fisime delle donne incinte. Grazie e cordiali saluti

Medico Risponde - Nutrizionista

Stitichezza in gravidanza

Salve, sono alla mia prima gravidanza, 32 settimana e 4 giorni, procede tutto regolarmente ma soffro di stitichezza, nonostante stia seguendo un'alimentazione equilibrata e ricca di fibre... ci sono dei rimedi naturali? Vorrei evitare l'assunzione di qualsiasi medicinale. La ringrazio anticipatamente!!!