featured image

Prof. Giorgio Capogna

Primario Anestesia e Rianimazione
1972-1978
University of Rome La Sapienza, School of Medicine
1978
Italian Medical Degree
1978-1981
Residency and Fellowship in Anesthesiology and Intensive Care Medicine, Catholic University of Rome
1981
Medical Specialization in Anesthesiology and Intensive Care
1978
Italian National Licensure Medical Doctor

1981
Italian National Board Certification in Anesthesiology and Intensive Care
1986
Institutional Medical Licence, State Board of Medicine, Pennsylvania, USA
1987
Head Department Italian National Licence
1985-1991
Professor, Postgraduate School of Medicine, Scuola Medica Ospedaliera Roma e Lazio
1992-1994
Assistant Professor, Anesthesiology, School of Medicine, University of L’Aquila
1985-2000
Professor, Fatebenefratelli Postgraduate School of Obstetrics, Rome
1998-2003
Professor, Obstetric Anesthesia, Obstetric & Midwifery School,
University Tor Vergata, Rome
2002-2005
Assistant Professor, Obstetric Anesthesia, University La Sapienza,
II School of Medicine, Rome
1995
Present: Director, National Refresher Courses in Obstetric Anesthesia providing
CME ccreditatation
Principal subjects/occupational skills covered:
Obstetric Anesthesia and Analgesia, Regional Anesthesia, Medical Editin

ESPERIENZE PROFESSIONALI

  • 1979-1980
    MD at the Italian National Health Department USL RM16 Rome
  • 1980-1991
    Staff Anesthesiologist, Fatebenefratelli Hospital, Rome
  • 1991-1998
    Vice Director Anesthesiology, Fatebenefratelli Hospital, Rome
  • 1998-2002
    Director Obstetric Anesthesia, Fatebenefratelli Hospital, Rome
  • 2002
    Present: Head of Department of Anesthesiology, Città di Roma Hospital, Rome
    Occupation or position held Head of Department of Anesthesiology, Città di Roma Hospital, Rome
    Main activities and responsibilities Service, teaching, research
    Name and address of employer Città di Roma Hospital, via Maidalchini 20. 00152 Roma Italy
    Type of business or sector Accredited Hospital, including private practice
  • Other Professional
    Appointments
    1986: Consultant Anesthesiologist, Department Obstetric Anesthesia, Cedars Sinai Medical Centre,
    UCLA – Los Angeles, USA
    1987: Visiting Assistant Professor, Department Obstetric Anesthesia, Magee-Womens Hospital,
    University of Pittsburgh School of Medicine, Pittsburgh, USA
    1996: Euro-Pain Project Italian Coordinator
    1996-1999: Member of the Obstetric Anesthesia National Board, Italian Society of Anesthesia (SIAARTI)
    1995-1998: Member of the Council of the European Society of Anaesthesiology (ESA)
    1996-Present: Member of the Scientific Committee for Obstetric Anesthesia of the European Society of
    Anaesthesiology (ESA)
    2002-Present: Scientific Medical Research Advisor, The Gruppogarofalo Hospitals Medical Group
    2005-Present: Chairmen of the Scientific Committee for Obstetric Anesthesia of the European Society
    of Anaesthesiology (ESA)
    2008: Director, European e-Learning Course in Obstetric Analgesia
    Medical Editing Anesthesia and Analgesia, Associate Editorial Board
    International Journal of Obstetric Anesthesia, Member of the Editorial Board
    European Journal of Anaesthesiology, Section Editor
    Obstetric Anesthesia Digest, Member of the Editorial Board
    Anesthesiology & Pain Management, Faculty 1000 Medicine, Editorial Board
    Anesthesiology, Reviewer
    Journal of Clinical Anesthesia, Reviewer
    Acta Anaesthesiologica Scandinavica, Reviewer

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Anestesista

Intervento di cisti pilonidale durante la gravidanza

Salve,sono alla 23esima settimana di gravidanza e 2 giorni fa la cisti di cui ho sempre sofferto è tornata. Ho già subito 2 interventi chirurgici di cisti polonidale per la riduzione dell’infiammazione, ma mi è sempre stato sconsigliato di rimuovere anche cisti. Ora sono incita ed è tornata.In situazioni "normali" la routine vuole la prescrizione di antibiotici e al momento della maturazione della cisti, è necessario l’intervento chirurgico con anestesia locale (dalla vita in giù), ma essendo adesso incinta come posso sapere che antibiotici e intervento non creino alcun rischio per il feto???Esistono dei metodi per posticipare l’intervento, non prendere antibiotici! Può essere un’opzione?Desidero questa gravidanza da anni e non voglio fare nulla che possa minimamente metterla a rischio. Una vostra opinione sarebbe molto gradita e sicuramente mi aiuterebbe ad affrontare meglio l’ansia.Grazie

Medico Risponde - Anestesista

Sentirò dolore quando verrà inserito l'ago dell'anestesia spinale?

Salve,il 22 agosto farò il taglio cesareo.Dopo il colloquio con l'anestesista dell'ospedale ho molta paura! Con la spinale sentirò dolore quando verrà inserito l'ago? Visto che non mi faranno anestesia locale prima, mentre con la totale mi dicono che, non potendo somministrarmi oppiacei perché c'è il bimbo, ho una grande possibilità di svegliarmi durante l'intervento.Sono confusa e ho veramente paura.

Medico Risponde - Anestesista

Ho tolto un neo in anestesia locale, dopo quanto posso riprendere ad allattare?

Buonasera professore,oggi alle 13 ho tolto un neo in anestesia locale con adrenalina (purtroppo non conosco il nome dell'anestetico).Dopo quante ore posso allattare?Grazie mille

Medico Risponde - Anestesista

L’anestesia ha effetti nocivi per il feto?

Egregio professore, ho avuto una ricostruzione del capezzolo con anestesia locale con adrenalina e ho scoperto di essere incinta di circa 5 settimane. Ha effetti nocivi per il feto? Devo preoccuparmi??? Grazie

Medico Risponde - Anestesista

Reazione allergica, è opportuno fare prove allergiche prima del parto?

Salve,7 anni fa ho partorito la mia prima bambina con TC programmato. Durante l’iniezione della spinale, dopo pochi minuti, non riuscivo a respirare nè tantomeno parlare, e nemmeno riuscivo a muovermi al lato di sopra, come fossi paralizzata. Poco dopo sentii appoggiare una mascherina e da allora non ricordo più nulla.Dopo il parto per curiosità domandai al ginecologo e mi disse che io ero molto spaventata e agitata! Nonostante ciò non mi risulta di essere allergica a qualche farmaco.Ora ho scoperto di essere di nuovo incinta e solo il pensiero di un taglio cesareo mi mette paura per il pensiero di essere allergica all'anestesia.Lei cosa mi consiglia! E che ne pensa di questo episodio? È opportuno che faccia prove allergiche prima del parto?Grazie, cordiali saluti

Medico Risponde - Anestesista

Con questi valori ematici potrò effettuare l’epidurale?

Salve dottori,ho ritirato gli esami del sangue della 35 settimana. Avrei bisogno di sapere se con questi valori potrò fare l'epidurale: Globuli bianchi 3.55 (4.20-5.40), Emoglobina 11.4 (12.00-16.00), Ematocrito 33.90 (37.00-47.00), Neutrofili 7.09 (1.60-7.00), Tempo protrombina %110 (70-110), INR 0.97, APTT 22 secondi (22-34), 0.79 (0.80-1.20), Fibrinogeno 511 (200-420).Grazie in anticipo

Medico Risponde - Anestesista

Epidurale, sogno o realtà? 

Salve,sono a 27 settimane e ormai in me si fa largo sempre più il pensiero del parto. Informandomi dal ginecologo che mi segue, mi ha detto che l'ospedale dove partorirò, il Santissima Annunziata di Taranto, non offre la possibilità dell'epidurale. Però cercando su internet su alcuni articoli che ho letto, dicono che è convenzionato. Lei mi sa dire dove cercare informazioni affidabili in merito? E poi, perché in alcuni ospedali è ancora un'utopia e non un diritto della donna?La ringrazio per la sua risposta

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia spinale e spondilolistesi

Buongiorno dottore, a causa di una spondilolistesi L5-S1, di grado rilevante e non stabilizzata, il mio ginecologo ha richiesto, sotto consiglio del medico Fisiatra che mi ha in cura, un parto con taglio cesareo elettivo. Alla visita con il medico anestesista, ho portato con me anche la cartella con tutti gli esami diagnostici (rmn, rx, proiezione 3D...) della colonna in mio possesso, al fine di poter fare le necessarie valutazioni utili all'intervento. Le rivolgo alcune domande: 1. È corretto che il medico non li abbia nemmeno voluti vedere? 2. Può un certificato del Fisiatra nel quale indichi che non ci sono controindicazioni ortopediche all'anestesia spinale? 3. È corretto che il Fisiatra mi dica che questa è una valutazione dell'anestesista? 4. È corretto che, confidenzialmente l'anestesista mi abbia detto che sarebbe meglio la spinale, ma sulla cartella abbia scritto LA PAZIENTE preferirebbe l'anestesia spinale? 5.Ci sono davvero controindicazioni a questo tipo di anestesia in caso di spondilolistesi (parliamo di III/IV grado L5-S1, ma la spinale verrebbe eseguita tra L3-L4 o tra L2-L3)? 6. È possibile che tutta questa confusione ricada su di me alla 37a settimana di gravidanza e che non ho effettuato studi di medicina? Faccio presente che l'ospedale dove andrò a partorire è in eccellenza a Milano riguardo le nascite. La ringrazio in anticipo per la risposta, e mi scuso se dal tono sono stata un po' polemica, ma forse causa anche ormoni non so davvero cosa fare...

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia locale in gravidanza

Buongiorno, avevo programmato un intervento di asportazione ciste ad un piede in anestesia locale quando ho scoperto di essere in gravidanza circa alla 6 settimana. Quali rischi si corrono ad eseguire l'intervento? Può provocare danni al feto? Il solo pensiero che la ciste che è già molto dolente possa peggiorare mi crea molta ansia. Grazie mille.

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia per colonscopia

Salve, ho dovuto effettuare una colonscopia in sedazione circa un mese fa, ma non ero al corrente di essere incinta, indicativamente, dal giorno prima. Può essere pericoloso per la salute del mio bambino? Grazie

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia e gravidanza: quanto aspettare?

Buongiorno, vorrei tanto avere una gravidanza, ma devo aspettare perché tra pochi mesi dovrò subire un intervento maxillo facciale in anestesia totale. Quello che vorrei sapere è quanto tempo devo aspettare dopo l'intervento prima di poter cercare un bambino? È possibile provarci subito dopo, o è meglio aspettare del tempo per smaltire l’anestesia? Scusate per la domanda magari banale, ma ho bisogno di una vostra conferma. Grazie mille

Medico Risponde - Anestesista

Epidurale: a quanti cm si può richiederla?

Buonasera,mi chiamo Simona e sono nella 20 settimana di gravidanza.Vorrei fare l’analgesia epidurale, ma vorrei sapere a quanti cm posso richiederla... perché sento pareri diversi!Buona serata e grazie

Medico Risponde - Anestesista

Questi farmaci sono pericolosi per l'anestesia?

Buongiorno, domani ho un intervento breve con anestesia generale. Mi son dimenticata di dire all'anestesista che per una sinusite fino a oggi ho preso fluimucil antibiotico per aerosol e amoxicillina in compresse. Questi farmaci sono pericolosi per l'anestesia? Grazie mille, i migliori saluti

Medico Risponde - Anestesista

Il metadone interferisce con l’anestesia spinale?

Salve dottore, devo fare un’anestesia spinale, vorrei un'informazione: assumo metadone, può avere interferenze con l’anestesia? Non ho detto nulla al medico perchè è un amico di famiglia. La ringrazio anticipatamente per l’attenzione. Cordiali saluti,

Medico Risponde - Anestesista

Turbinoplastica in anestesia generale

Buongiorno, io e mio marito stiamo cercando da due anni di avere figli e adesso stiamo facendo gli accertamenti del caso (esame del liquido seminale, esami del sangue, isterosalpingografia), di cui non abbiamo ancora i referti. Due giorni fa abbiamo avuto un rapporto non protetto, forse durante la mia ovulazione, anche se è difficile dirlo in quanto i miei cicli sono piuttosto irregolari. Pochi giorni prima avevo effettuato l'isterosalpingografia. Dovrò essere sottoposta a turbinoplastica in anestesia generale fra 2 settimane, cioè ipoteticamente prima di avere un nuovo ciclo mestruale. Non so se devo far spostare l'intervento più avanti, o se posso affrontarlo comunque. Ho fatto un test di gravidanza stamattina (ma a distanza di soli 2 giorni anche se è negativo credo che non voglia dire nulla). Domani ho la visita preintevento con l’anestesista. Come devo comportarmi? Grazie mille

Medico Risponde - Anestesista

Perché non potrò fare l’epidurale?

Salve, sono all'ottavo mese di gravidanza. Cinque anni fa ho subito un intervento per l'asportazione di fibromi. Il mio ginecologo dice che posso affrontare il parto naturale ma che non è possibile fare l'epidurale. Mi chiedo perché, visto che in caso di cesareo posso fare la spinale.

Medico Risponde - Anestesista

Pareri discordanti per anestesia spinale alla 6a settimana

Buongiorno, attualmente sono alla 6a settimana di gravidanza. Purtroppo poco prima di saperlo mi sono rotta il ginocchio e necessito di un'operazione con un'anestesia spinale utilizzando Bupivacaina iperbarica. L'ospedale che aveva programmato la mia operazione si rifiuta di operarmi poiché l'anestesista reputa questo principio attivo altamente teratogeno. Trascorsi i 3 mesi il rischio è comunque alto ma sempre meno in relazione all'età del feto. L'anestesista di un'altra struttura presso la quale mi sono informata ritiene invece che vi sia un rischio, ma assolutamente minimo rispetto a quello che normalmente esiste in ogni gravidanza. Mi trovo quindi tra due posizioni totalmente opposte e sinceramente non so come affrontare la cosa anche perché nessuno sa quantificarmi il rischio. Grazie per la disponibilità

Medico Risponde - Anestesista

Eparina ed analgesia peridurale

Buongiorno dottore, sono una futura mamma alla 28 settimana di gravidanza. Ho scelto di partorire in un ospedale dove garantiscono l'epidurale 24/24 h. Devo ancora fare la visita con l'anestesista e un dubbio mi sorge leggendo che, assumendo questo"farmaco", non si può usufruire dell'analgesia peridurale. Le chiedo gentilmente se è veramente così. Io assumo clexane 4000 da inizio gravidanza perché ho avuto 4 precedenti aborti. Grazie in anticipo per la gentile risposta.

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia e operazione alla spalla: pericoli per il feto?

Buongiorno, ho in programma un intervento alla spalla per la rimozione di calcificazioni e per una lesione a un tendine. Vorrei sapere se ci sono delle controindicazioni e dei pericoli per il feto nell'esecuzione dell'anestesia richiesta per questo tipo di interventi durante i primi mesi di gravidanza, dalla quarta settimana in poi. Molte grazie per la disponibilità. Buona giornata

Medico Risponde - Anestesista

Anestesia al plesso brachiale per rottura tendine flessore pollice alla 26 settimana di gravidanza

Buongiorno, a causa di un brutto taglio al pollice sinistro e di una sottovalutazione del medico che me l'ha curato, ho subito in due tempi la lesione del tendine flessore del pollice sinistro. Ora la ferita è rimarginata senza infezione, ma io non riesco più a flettere il pollice. Ho consultato due chirurghi della mano, entrambi concordano che nella rottura del tendine più si aspetta e più si compromette la funzionalità del pollice stesso; solo che io sono alla 26 settimana di gravidanza ed un chirurgo mi ha consigliato di attendere visto il mio stato (sapendo che l'intervento successivo al parto sarà un intervento di ricostruzione molto più delicato e con minori probabilità di successo); l'altro chirurgo invece si è dimostrato disponibile all'operazione, dicendo che un'anestesia, seppur al plesso brachiale, non dovrebbe comportare rischi (e che si sarebbe riservato un paio di consulti con diversi anestesisti). Io non so proprio cosa fare, l'uso del condizionale (non dovrebbe creare dan ni) è fonte di enorme preoccupazione, il fatto di poter scegliere a tavolino se intervenire o no mi ha tolto il sonno. Il pollice così com'è ora non mi dà alcun fastidio, però è rigido e non lo posso usare. Penso anche al dopo parto, con la mia bambina, come posso fare a rinunciare all'uso di un dito così importante, considerato che sono mancina? Voi cosa ne pensate? L'anestesia sotto l'ascella può comportare dei rischi alla mia bimba? Inoltre io sono una persona a cui gli aghi, anche solo per un semplice prelievo, hanno sempre impressionato molto, è un rischio sottoporre la mia bimba nella pancia, oltre che agli effetti fisici di un'anestesia, ad uno stress psicologico forte dovuto alla paura di affrontare un intervento? Grazie dell'attenzione