featured image

Dott.ssa Daria Darchi

Nata a Genova il 19/02/1980, consegue la Laurea in Ostetricia (Abilitante alla professione di Ostetrica/o) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Genova con la votazione di 110/110 e lode.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dal 2004 al 2005 lavora presso l'Azienda USL n 1 di Massa e Carrara con Contratto di Collaborazione Libero Professionale a tempo determinato come “Collaboratore Professionale Sanitario, Cat. D, Ostetrica” nell’ ambito del progetto di Screening per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero e presso l’U.O. Ostetricia e Ginecologia dell’ Ospedale di Fivizzano (MS)

Dal 2005 al 2007 viene assunta a tempo indeterminato pesso l’ I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo di Pavia con la qualifica di “Collaboratore professionale sanitario – Ostetrica” (categoria D), in seguito ad esito di Concorso Pubblico.

Dal 2007 ad oggi è assunta nuovamente a tempo indeterminato presso l’ Azienda USL n 1 di Massa e Carrara in seguito ad esito di Concorso Pubblico e viene assegnata al’ U.O. Territoriale. Attualmente lavora presso il Consultorio di Pontremoli (MS) dove si occupa principalmente di:

  • Gestione della Gravidanza Fisiologica
  • Corsi di Preparazione alla nascita
  • Corsi sull’Allattamento al seno
  • Corsi nel dopo parto
  • Visite a domicilio nel Post Partum
  • Screening per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero
  • Contraccezione
  • Sostegno alla menopausa

Inoltre nel 2006 consegue il Diploma di Assistente Acquamotricista® Prenatale partecipando al Corso di Acquamotricità Prenatale con rilascio del Tesserino tecnico riconosciuto dallo CSEN – CONI e del. Università dell’acqua.

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Ostetrica

Parto pretermine?

Buongiorno… sono gravida di 36 settimane domani e ho continuamente dolori alla schiena che mi tolgono le forze alle gambe e sento inoltre quando sono in piedi delle "scosse" alla vagina. Volevo sapere quante probabilità ho che mi succeda di aver un parto pretermine, dato che sono alla seconda gravidanza e che nella prima ho partorito mio figlio a 36+3 con un travaglio di 4 ore, nel quale ho avuto solo contrazioni di schiena. Grazie e arrivederci

Medico Risponde - Ostetrica

Allattamento e zoloft

Buonasera, volevo delle informazioni riguardo all'allattamento con assunzione di zoloft 50mg. Le spiego, sono a 34 settimane di gravidanza, e già da prima assumevo una pasticca di zoloft da 50 mg, ora il mio psicologo/psichiatra mi ha suggerito di assumerla fino al parto, e poi passare a mezza per 3/4 giorni e poi allattare. Secondo lei se allatto la mia bimba anche in quei giorni in cui ne assumo mezza potrebbe causare problemi? Aspetto una sua riposta, e la ringrazio anticipatamente.

Medico Risponde - Ostetrica

Non mi esce più colostro dai capezzoli: devo preoccuparmi?

Mi chiamo Francesca e sono alla 32 settimana, alla 28 settimana ho notato che dal seno usciva il famoso "colostro", ma adesso spingendo i capezzoli non esce più niente, come mai? Devo preoccuparmi??

Medico Risponde - Ostetrica

Allattamento al seno più latte artificiale

Buongiorno dottoressa, sono quasi alla fine della mia prima gravidanza e vorrei sapere se lo allatto al seno se potrei anche dargli quello artificiale se io dovessi stare al riposo e se la bimba piange. È possibile? Grazie

Medico Risponde - Ostetrica

Futura gravidanza dopo raschiamento

Innanzitutto buonasera. Sono una ragazza di 37 anni alla ricerca di una gravidanza molto molto desiderata. Ho un quadro clinico un po’ complesso, in quanto sono diabetica di tipo 1 sotto cura costante dal mio diabetologo (la mia glicata da circa 3 anni è di 5.4). Ma il problema è un altro: ho purtroppo subìto un raschiamento in data 11 agosto 2012 alla sesta settimana di gestazione per un aborto spontaneo. Beh, è inutile dire che questo mi ha devastato psicologicamente, ma con molta fatica sto andando avanti... Adesso finalmente ho avuto l'ok da parte di tutti i dottori che mi seguono: diabetologo, endocrinologa e ginecologa, ma la mia paura è di non riuscire più per molto tempo a rimanere incinta dopo l'operazione, anche se in ospedale mi hanno detto che il raschiamento avrebbe aumentato le probabilità di rimanere gravida. Lei pensa che avrò dei problemi, o potrei rimanerci subito anche al primo colpo come la volta scorsa? La prego Sia sincera, e mi scusi per il dilungamento! Buona serata.

Medico Risponde - Ostetrica

Allattare in gravidanza

Caro Dottore, sono mamma di un bimbo di un anno avuto dopo un aborto a 19 settimane per rottura del sacco amniotico. Mio figlio è nato con parto cesareo, lo allatto ancora prevalentemente la sera ed un paio di volte la notte anche se non ciuccia per più di un paio di minuti per poi riaddormentarsi... per tale motivo credo sia più vezzo che nutrimento... poiché ho scoperto un paio di giorni fa di essere di nuovo incinta alla sesta settimana ed avendo avuto un aborto, sono un po’ in ansia per questa nuova gravidanza sebbene non voglia privare il mio bambino del prezioso contatto. Cosa mi consiglia? Crede che se continuo a concedere a mio figlio di attaccarsi al seno io possa in qualche modo danneggiare la nuova gravidanza? In attesa di una sua risposta le invio i miei saluti e colgo l'occasione per augurarle buon anno. Concetta

Medico Risponde - Ostetrica

Come allattare al seno in presenza di fibroadenoma?

Salve, sono prossima al parto e il mio desiderio è quello di poter allattare al seno. Ho un piccolo fibroadenoma, che controllo da anni e che non risulta pericoloso, ma, in virtù della sua posizione (si trova appena sopra l'areola destra), mi ha sempre provocato dolore e fastidio a metà ciclo. Adesso che sono in gravidanza, i dolori sono aumentati e spesso sono insopportabili, tanto che non riesco nemmeno a sfiorarmi il seno. Mi chiedo a questo punto: come farò quando il bambino si attaccherà al seno? Temo che il dolore possa impedirmi l'allattamento. Non esiste qualche rimedio, per consentirmi l'allattamento? Grazie

Medico Risponde - Ostetrica

Lavoro e allattamento

Buonasera. Non ho ben chiara una cosa... Mi chiedo come sia possibile riuscire a dare il latte materno senza fare lo svezzamento fino ai 6 mesi del bimbo, quando al 3° mese si rientra a lavoro...

Medico Risponde - Ostetrica

Integratori durante l’allattamento

Sono mamma di una bimba di 3 mesi. Durante l’allattamento purtroppo sto perdendo moltissimi capelli. Oltre ad eventuali shampoo e fiale è possibile prendere degli integratori specifici per la caduta dei capelli durante l’allattamento? Se si, quali? Grazie mille per la disponibilità.

Medico Risponde - Ostetrica

Cambiamento del seno

Salve, sono tra la nona e decima settimana di gravidanza. Da qualche giorno ho notato che il seno, da duro e teso, è diventato più morbido e, pur essendo sempre grande, non è più teso e doloroso come prima. È normale? Grazie. Cari Saluti

Medico Risponde - Ostetrica

Ciclo dopo il parto

Salve, il 29 giugno ho partorito una splendida bimba e ho allattato fino ai primi giorni di settembre. Siamo al 15 di ottobre e il ciclo ancora non è arrivato. Da parecchi giorni mi sento male, ho la nausea e sono sempre stanca. È normale?? Grazie per la vostra risposta

Medico Risponde - Ostetrica

Distanziare le poppate o no?

Salve, sono mamma di una bellissima bimba di 45 giorni, la allatto al seno con un po’ di difficoltà perché è un po’ pigrona: quando si attacca al seno ci sta per 10 minuti, si addormenta e dopo mezz'ora si risveglia per continuare la poppata e fa così più o meno per tutto il giorno; la notte invece dorme come un ghiro e si sveglia una volta sola e poppa con voracità svuotando il seno (uno gli basta, ho tanto latte!). Nonostante tutto ha una crescita meravigliosa, in 45 giorni ha fatto 1,6 kg quindi il pediatra mi ha sempre consigliato di assecondarla. Fino a oggi che mi ha detto di iniziare a distanziare le poppate perché secondo lui è abbastanza grande da avere la forza per fare una poppata intera e di non richiedere il seno per almeno 3 ore. Ci ho provato ma senza risultato, anzi arriva troppo affamata e si addormenta dopo 5 minuti! Cosa devo fare? La consulente all'allattamento del preparto non è stata molto gentile: "se fa la crescita, che ti importa?"... è giusto che la bambina deve stare bene ma anche io! Grazie.

Medico Risponde - Ostetrica

Trasposizione dei grossi vasi e nuova gravidanza

Buongiorno. A febbraio ho partorito una bimba con la trasposizione dei grossi vasi complessa e purtroppo è deceduta dopo 3 settimane. Ora sono di nuovo incinta di sei settimane, le paure sono tante, ma son positiva sapendo che è raro che mi può ricapitare un'altra volta. Rientrando nella gravidanza a rischio, volevo sapere che tipo di esami o eco più specifiche mi faranno durante i nove mesi di gravidanza. Grazie

Medico Risponde - Ostetrica

Tinta naturale in gravidanza

Salve, sono all'11+1 settimana di gravidanza, dopo tanti dubbi se farla o meno alla fine mi sono comprata una tinta il più naturale possibile e l'ho fatta. Ho letto molti pareri discordanti a riguardo, c'è chi dice che si possono fare anche le tinte normali, qual è l'effettiva verità? Sono molto attenta a tutto ciò che potrebbe nuocermi, però ormai l'ho fatta, anche se non credo di aver fatto danni irreparabili…

Medico Risponde - Ostetrica

Travaglio di prova

Gentile dottoressa, sono mamma di due bimbi nati nel 2008 e nel 2009, con tc senza alcuna valida motivazione, ma solo consiglio del medico, in quanto avendo rotto le acque il travaglio non iniziava. La prossima estate io e mio marito vorremmo pensare ad un’altra gravidanza… mi esclude a priori il travaglio di prova? Inoltre assumo yasmine da 3 anni, quanto tempo prima di una gravidanza va interrotta? Sicura di una risposta mando un cordiale saluto.

Medico Risponde - Ostetrica

Smalto alle unghie e allattamento

Gentile dottoressa, ho avuto la mia bimba tre settimane fa e volevo chiederle se è possibile utilizzare lo smalto durante l'allattamento (con relativo uso dell'acetone per toglierlo) e le creme rassodanti e anticellulite per la pancia e le gambe. So che possono sembrarle domande stupide, ma la prego di rispondermi. La ringrazio tanto

Medico Risponde - Ostetrica

Difficoltà serie ad allattare

Salve, una settimana fa è nata mia figlia, ed ero decisa da prima che nascesse di allattarla al seno a richiesta; una volta però arrivata la montata, la situazione a casa è degenerata: vuole stare attaccata tutto il giorno e tutta la notte; sembra che succhia a vuoto; io e mio marito non dormiamo da quando è nata. Su consiglio del mio pediatra da ieri sto tirando il latte ogni 2 ore per continuare la stimolazione e funziona bene, sono circa 90-110 ml a tiraggio e glieli distribuisco durante la giornata a seconda della fame che ha ma comunque non supero le 3 ore; anche se non lo finisce vedo che prende peso (almeno 20 gr al dì) e fa i bisogni regolarmente; posso continuare con questa tecnica o c'è il rischio che non attaccandola non produca più latte?

Medico Risponde - Ostetrica

Medicinale in allattamento

Salve, sto allattando e il mio ginecologo mi ha prescritto COLPOTROPHINE 1% crema vaginale PROMESTRIENE 1 volta al di per sette giorni e poi una volta al mese. Sul foglio illustrativo dice che se stai allattando bisogna o sospendere la cura o l'allattamento, lei cosa ne pensa? Grazie per l'attenzione

Medico Risponde - Ostetrica

Aromaterapia in travaglio

Buongiorno dottoressa, vorrei sapere se esistono evidenze scientifiche sull'uso dell'aromaterapia in travaglio. Grazie

Medico Risponde - Ostetrica

Ritorno del ciclo dopo cerazette

Gentilissima dottoressa Darchi, volevo capirci qualcosa, fino al 10 maggio ho preso la pillola cerazette in quanto sto allattando, ma già da un mesetto prima avevo ricominciato ad avvertire fastidi da ciclo, ed era ritornato un muco che in quel periodo dopo il parto non avevo mai avuto, così finita l’ultima pillola e dato che mi causava altri inconvenienti come mal di testa, e mal di gambe oltre ad un drastico calo della libido, l’ho smessa. Premetto che la mia bimba di 11 mesi fino ai 6 mesi ha sempre preso solo il mio latte, poi con lo svezzamento le poppate si sono ridotte a 2-3 al giorno, ad oggi però del ciclo neanche l’ombra, nonostante sono già 2 mesi che ho la sensazione che il ciclo mi stia per tornare da un momento all’altro, mi sento spesso bagnata, così corro in bagno pensando sia il ciclo invece, solo muco, a volte bianco a volte filante tipo quello da ovulazione, e ho tutti i giorni piccole contrazioni alla zona dell’utero proprio come piccoli dolori mestruali, ci vuole così tanto alla ripresa del ciclo? So che ogni donna è diversa, ma del primo bimbo, con l’inizio dello svezzamento è tornato anche il ciclo! E avevo sospeso cerazette da 2 mesi! Scusi se la domanda le sembrerà sciocca, ma non vedere il ciclo per così tanto e sentire tutti i giorni questi fastidi non è rassicurante! La ringrazio di una sua eventuale risposta! Cordiali saluti!