featured image

Dott. Vladimir Guluta

Studi di medicina presso “Hadassah Medical SchoolUniversity of Gerusalem.
Dal 1984 specialista in Cardiologia.
Più di trent’anni di esperienza in cardiologia e cardiochirurgia.

Casa di Cura “Villa Maria Cecilia Hospital“, Via Corriera 1, 48010 – Cotignola (RA)

tel. 335 – 20.62.64 oppure 340 – 42.00.100

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Cardiologo

Soffio sistolico in bimbo di 10 anni

Buongiorno Dottore, Le riscrivo per avere un suo parere. A mio figlio che oggi ha 10 anni, all'età di 1 anno e mezzo è stato riscontrato dalla pediatra un soffio cardiaco. È stato sottoposto ad ecocardiogramma e il risultato è stato il seguente:riscontro di soffio cardiaco asintomatico. Trattasi di soffio sistolico 2/6 mesocardico dolce. Conclusioni del cardiologo: Toni validi, ritmici. Polsi validi; camere ventricolari nella norma; setti integri; apparati valvolari normoconformati; normali ritorni venosi; minimo PDA del diametro di circa 1 mm con shunt sx dx minimale. Profilassi dell'endocardite. Dopo due anni ho ripetuto l'ecocardiogramma; risultato: riscontro di minimo PDA - toni cardiaci validi, ritmici, soffio sistolico 2/6 dolce mesocardico. Camere ventricolari nella norma; apparati valvolari normoconformati; dotto arterioso con minima pervietà; arco aortico normale; falsa corda tendinea in Vsx causa del soffio. Conclusioni: minimo PDA, non significativo; profilassi dell'endocardite, per il resto vita assolutamente normale. Sono trascorsi ancora cinque anni e visto che mio figlio fa sport gli ho fatto fare un altro ecocardiogramma. Il risultato è stato: minimo dotto arterioso pervio; toni cardiaci validi e ritmici; soffio sistolico 1-2/6. Polsi periferici presenti bilateralmente; setti integri; Aorta ascendente ed arco aortico nei limiti. Normali connessioni AV e VA. Apparati valvolari normali. Non segni indiretti di ipertensione polmonare. VCI non congesta. Non versamento pericardico. Grazie. Saluti

Medico Risponde - Cardiologo

Parto naturale e Pervietà del Forame Ovale (PFO)

Salve,ho 41 anni, sono alta 1.67, peso 54 kg e sono alla settimana 14 della mia prima gravidanza. Nel 2014, in seguito ad un check up fatto perché avevo 2-3 episodi di extrasistole al giorno e tachicardia, probabilmente dovuti a stress, mi è stato diagnosticato un Forame Ovale Pervio (FOP) con shunt. Ho smesso di fumare nel Gennaio 2014 (dopo circa 20 anni), ho capillari sulle gambe e sul naso, vene evidenti in tutto il corpo, ma nessuna varice.Posso comunque pensare ad un parto naturale o è preferibile ricorrere ad un cesareo? Esiste la possibilità che io partorisca nel Paese del mio compagno (centroamerica), non proprio all'avanguardia dal punto di vista medico? in questo caso la Sua risposta cambierebbe?Grazie per la risposta. Cordiali saluti

Medico Risponde - Cardiologo

Extrasistole feto, quali conseguenze per la mia bimba?

Buonasera, sono Simona, gravidanza alla 24 settimana.Oggi ho eseguito un’ecocardiofetale, dove hanno rilevato extrasistole. Il dottore sul foglio ha scritto: "Si osserva sporadico bigeminismo, la condizione necessita di minitoraggio".Volevo avere info su questa particolarità... mi hanno detto che tanto può passare con la crescita del feto tanto può confermarsi questa aritmia.Io purtroppo non ho capito di cosa si tratti. Cosa comporta? Quali conseguenze per la mia bimba se si conferma l'extrasistole? C'è qualcosa che dovrei o NON dovrei fare?

Medico Risponde - Cardiologo

Cardiopatia ipertrofica leggera a pochi giorni dal parto

Buonasera dottore,sono una donna di 33 anni, non ho mai avuto nessun problema di cuore, almeno fino ad oggi.Sono giunta al nono mese di gravidanza senza alcun tipo di problema, tutti gli esami e i controlli sono sempre risultati nella norma e regolari.Nel fare gli esami preparto, tra cui l’elettrocardiogramma, mi dicono che ci sono alcune alterazioni, per cui sarebbe meglio approfondire tramite un ecocardiogramma, nel quale, con stupore di tutti, è risultata una cardiopatia ipertrofica leggera.Adesso sono seriamente preoccupata perchè a breve dovrà affrontare un cesareo, ma ancora non ho ben chiaro di cosa si tratta, e che conseguenze può avere su di me e sul bambino.La ringrazio e spero di ricevere al più presto una sua risposta.

Medico Risponde - Cardiologo

Tachicardia che toglie il respiro!

Salve dottore,sono una ragazza di 28 anni, premetto di essere un soggetto ansioso che si preoccupa per qualsiasi cosa. Da circa sette anni convivo con una tachicardia sinusale, riscontrata dal cardiologo dopo elettrocardiogramma ed ecocardiogramma. Dopo quella visita ho cominciato a stare meglio, ma ogni tanto si presenta questo malessere che non riesco a spiegare oltre ad avvertire la tachicardia che spesso mi toglie il respiro. Ho cominciato a stare di nuovo male dopo il mio matrimonio avvenuto il 13 giugno e ora che ho scoperto di essere incinta sto ancora più male. La mia pressione si aggira intorno ai 115/70 120/80 ma le pulsazioni sono sempre intorno alle 110 e a volte anche 120.L'altra mattina il mio medico (che conosce il mio stato ansioso), mi ha misurato la pressione e io che ero un po' preoccupata avevo 140/80 e i battiti 130.Mi ha detto di calmarmi e solo dopo tre tentatiti la pressione è scesa a 117/75 con battiti 128. Ora il mio medico dice che il mio cuore è sano, sono io che sono sempre ansiosa. Ma lo sono sempre anche a casa e anche senza motivo, il mio cuore lo sento sempre agitato ed avverto come se non funzionasse bene. Ora che sono incinta ho ancora più paura di sentirmi male e che tutto ciò si ripercuota sul bambino. Nessuno mi capisce...È necessario rifare nuovamente i controlli a distanza di anni???Dimenticavo di dirle che a volte avverto anche un senso di oppressione al petto...Fino a due mesi fa ho fatto la cura perchè soffrivo di reflusso esofageo che mi è passato ma si è ripresentato lieve con la gravidanza...Vorrei tanto stare bene.Grazie

Medico Risponde - Cardiologo

Difetto interventricolare del feto

Salve dottore.Sono incinta alla 24 settimana e stamattina ho effettuato una ecocardiografia fetale. Da questa è emerso che il mio bambino ha un DIV Inlet.La dottoressa che ha effettuato il controllo mi ha detto che può essere accompagnato da sindromi.Non ho effettuato amniocentesi e sono disperata da stamattina. La prego mi chiarisca le idee.Né da parte della mia famiglia, nè da parte di quella del mio compagno ci sono casi con sindromi.Grazie mille

Medico Risponde - Cardiologo

Pervietà del dotto di Botallo all'ultimo mese di gravidanza

Salve dottoreho pervietà del dotto di Botallo e sono all'ultimo mese di gravidanza. Ginecologa, ostetrica e medico di base non sanno dirmi niente per quando sarà il momento del parto… se dovrò fare qualcosa e cosa… sono alquanto stressata e preoccupata allo stesso tempo, e sarei molto felice e più tranquilla ad avere qualche delucidazione in merito. Grazie in anticipo

Medico Risponde - Cardiologo

Ecocardiogramma, sezioni destre nei limiti della norma. Devo preoccuparmi?

Buonasera dottore,ho effettuato una visita cardiologica più ecocardiogramma in vista del parto (sono alla 33 settimana di gravidanza); tutto nella norma tranne che per le sezioni destre che sono risultate nei limiti della norma. Cosa significa? Posso stare tranquilla?Non ho mai bevuto nè fumato e la mia pressione è 70/110. Nella mia famiglia da parte di padre ci sono però problemi di ipertensione e cardiopatie.Grazie