featured image

Dott. Ciro Gallone

Laureato in Medicina e Chirurgia presso la Seconda Università degli studi di Napoli (SUN) a gennaio del 1981.
Conseguimento Specializzazione in Pediatria nel 1989
Convenzionato A.S.L. Na1 dal 1991
Infermiere professionale presso ospedale “Cardarelli” dal 1976 al 1990 in concomitanza con gli studi accademici.

Dal 19 novembre 2009, pensionamento da attività di pediatra di base ed esercizio della professione privatamente.

Aree di interesse
Pediatria generale, allergie, immunodeficienze. Particolarmente aggiornato sulle patologie neuropsichiatriche infantili, asma infantile.

Contatti

Studio
Via Galileo Galilei, 19
80020 – Casavatore (Napoli)
Tel: 081 7389389
E-mail: [email protected]

Abitazione
Via F. Giordani 19
80020 Casavatore (Napoli)

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Pediatra

Problemi con il pannolino

Buonasera, ho una bimba di 3 anni e dopo svariati problemi sono riuscita a toglierle il pannolino dopo un grosso rifiuto di fare pipì senza il pannolino. Solo che non riesco a farle fare la cacca nella tazza, in effetti quando deve andare di corpo mi chiede il pannolino e se non glielo metto la trattiene anche per giorni interi. Come posso fare?

Medico Risponde - Pediatra

Circonferenza cranica

Salve dottore, oggi il mio pediatra mi ha detto che il mio bambino ha la testolina un po’ più grossa del normale, è kg 8100 per 78 cm è la sua CC è 47cm circa, secondo lei è davvero troppo, diciamo che lui è nato con un bel testone e la curva di accrescimento è sempre stata un po’ più alta del normale, ma ora è salita un po’ di più, anche mio marito ha la testa grande, ma non quando era bambino, invece mio cognato da neonato anche a 5 mesi ha avuto una crescita di 1 cm e mezzo in più, poi la crescita si è stabilizzata e ora anche lui ha una testa importante. Il medico mi ha consigliato di fare un ecoencefalo con sondine. Il bimbo è vivace, ride, gioca… nella mia ignoranza mi sembra tutto normale lei che dice. Grazie. Distinti saluti

Medico Risponde - Pediatra

Inizio del divezzamento, quale mese e con quali alimenti?

Salve, mio figlio ha 4 mesi e 4 giorni... sta ancora bevendo il latte Humana 1, quale sarà lo schema da adottare per il divezzamento, con quali alimenti e come impostarli nell'arco della giornata continuando sempre il latte.... Grazie

Medico Risponde - Pediatra

Strano rigonfiamento al piede

Buongiorno,la mia bimba di 5 anni e mezzo ha un rigonfiamento (sembra quasi un callo, la pelle è ruvida e un po’ rossa. È esattamente dove c'è l'osso rotondo sul dorso del piede accanto alla caviglia, che viene evidenziato ruotando il piede all'interno. Più che gonfiore sembra un ispessimento della pelle stessa) accanto alla caviglia, sul dorso del piede. A sinistra è più evidente ma c'è anche a destra. La bimba ha il collo del piede molto alto. Questo "callo" è presente da più o meno un anno e mezzo, ma ho mai dato importanza alla questione, anche perché non ha dolore, neanche alla pressione.Ultimamente l'ho fatto vedere dalla pediatra che mi ha detto di fare una visita fisiatrica (prima disponibilità Settembre 2010!!!) e di non preoccuparmi che dovrebbe essere solo uno sfregamento della scarpa e che non è nulla di grave... Io non avevo mai pensato a qualcosa di grave, ma guardando un po’ on line, mi sono venuti i brividi. È il caso che faccia vedere la bimba per un secondo parere o è una cosa normale e posso aspettare Settembre?Grazie,

Medico Risponde - Pediatra

Aerosol

Mia figlia di 17 mesi soffre spesso di inizio di bronchiti e raffreddori vari, però ultimamente non riesco a fargli l'aerosol.C'è un rimedio diverso??Grazie.

Medico Risponde - Pediatra

Ear tubes

Gentile dottore, buonasera.Ho due bimbe di 2 e 3 anni e mezzo che nel giro di un anno si sono ammalate di otite media circa 11 volte (praticamente una volta al mese) con conseguente terapia antibiotica tutte e 11 le volte!So che frequentando l'asilo 3 gg a settimana il rischio è più alto, ma non mi sento di non mandarle più a scuola dove hanno fatto grandi progressi e tante amicizie.Le bimbe frequentano anche la piscina 2 volte a settimana, mi domando: questo potrebbe essere ulteriore fattore di rischio?Qui in USA, dove vivo, il pediatra mi ha rimandato all'otorino che mi ha suggerito the ear tubes, ma sinceramente non vorrei sottoporre le piccole ad intervento chirurgico.Cosa mi consiglia?Grazie, cordialmente

Medico Risponde - Pediatra

Stipsi

Carissimo dottore, capisco che sicuramente ci saranno tante e-mail che vi arrivano, ma come mai non rispondete???? Mi chiamo Katya e ho un bimbo di un mese e mezzo, il suo problema è la stitichezza, vi anticipo dicendovi che purtroppo non allatto e so anche che è proprio questo il problema per la sua stitichezza, ho allattato solo per i primi dieci giorni, poi è andato via, ed anche quando allattavo non andava di corpo, questo mi fa star male anche perchè è un problema mio che soffro da anni ormai, ma lui no, accidenti è piccolino... come latte gli davo aptamil, poi consultandomi col mio pediatra mi ha detto di cambiare latte, adesso mangia pantolac digest1, ma a quando pare il problema ancora non è risolto... sono disperata perche poverino si vede che sta male. L'unica cosa buona è che fa molta aria, ma posso aiutarlo in qualche modo???? Vi prego, datemi un consiglio, ho un bisogno sfrenato del vostro parere, spero di poter ricevere presto vostre notizie, la pregooooooooooo, nel frattempo le pongo i miei più sinceri saluti....

Medico Risponde - Pediatra

Rabbia a nove mesi?

La mia piccola ha nove mesi, e già da quando ne aveva 5, reagisce in maniera "particolare" quando vuole qualcosa e non riesce a prenderla perché è troppo lontana da lei, o perché non le riesce perché è troppo grande l'oggetto... emette un suono con la voce di rabbia... e fa il visino rosso tanto che aumenta il tono della voce...Mi preoccupo per questo, anche se non so cosa pensare, spero solo non sia un problema...Quasi sempre la smette se le parliamo con dolcezza e allontaniamo da lei l'oggetto del "delirio"…

Medico Risponde - Pediatra

Gatto e neonato. Convivenza possibile?

Buongiorno, ho un bimba di 5 anni e da 1 anno circa abbiamo in casa un bel gattone simil-persiano bianco. È una bella fatica tenere pulito, visto che perde tantissimo pelo, ma lo facciamo volentieri anche perché mia figlia si è molto affezionata. Il prossimo giugno nascerà il nostro secondo bimbo ed ho delle perplessità sulla convivenza con il nostro amico. Tanto più che la camera dei bimbi è stata ricavata soppalcando il salotto, quindi sarebbe praticamente impossibile impedire al gatto di andarci. Tutti mi suggeriscono di allontanare l'animale per evidente problema igienico (salterà nella culla o nel box, "spelacchierà" giochi e tessuti...), ma siamo tutti affezionati e soprattutto ho paura che per la mia bimba oltre che un dispiacere possa essere un vero e proprio trauma, anche considerato che coinciderebbe con la nascita del fratellino, evento già sicuramente non facile per il suo equilibrio. Premetto che in famiglia non ci sono allergie dirette al pelo di gatto (io soffro però di allergia al polline, mentre mia figlia è celiaca...). Secondo lei c'è un rischio reale per il nuovo arrivato? Grazie infinite per la risposta.

Medico Risponde - Pediatra

Risposta a Nopron!

Gent.mo dott. Gallone, ho ricevuto oggi la sua risposta e la ringrazio molto... le rispondo perché mi ha incuriosito quello che ha scritto sull'osservare il sonno... in realtà mi sta dicendo di avere solo pazienza, giusto? E per quanto riguarda il discorso di tenere un comportamento elastico nei primi tempi cosa intende? A questo punto scartando sciroppi e altro mi piacerebbe assumere con lei.. .se riesco, un comportamento corretto... La mia paura è che questo problema si cronicizzi e che sia ancora più difficile risolverlo più avanti... Per darle un quadro ottimale della mia piccola peste le dico che durante i risvegli notturni non esiste una regola... se perde il ciuccio, frignotta e allora basta ridarglielo e si riaddormenta subito, raramente scoppia a piangere e quando è inconsolabile accendiamo la luce cercando di svegliarla completamente perché pensiamo possa trattarsi di incubi... ma la maggior parte delle volte quando si sveglia completamente la bambina cerca attenzioni... ride, sbatte mani e gambe e vorrebbe essere presa su e giocare... riesce a riaddormentarsi tenendomi la mano, toccandomi il viso o infilandomi le sue dolci manine in bocca... (ovviamente questo succede quando è nel lettone)... Ho pensato all'ansia da separazione ma non ho ancora riiniziato a lavorare e sono con lei 24 ore su 24... Abbiamo anche provato a fare dei turni con lei in cameretta... ma chi era di turno la mattina era uno straccio...

Medico Risponde - Pediatra

Tracheomalacia e/o Laringomalacia

Salve, sono diventato papà da circa due settimane e già dai primi giorni mi sono accorto che il respiro della bambina era rumoroso e affannato, ma sia le ostetriche che i medici mi dicevano che era del tutto normale.Non convinto ho contattato uno dei migliori pediatri della città, ancora nulla! Mi rispose che il respiro della bambina era ok.Due giorni fa siamo tornati all'ospedale per la prima visita di controllo e finalmente una risposta: "sua figlia è affetta da una forma di tracheomalacia", non si preoccupi perché una buona percentuale di neonati nasce con questo problema che nella maggior parte dei casi si risolve con la crescita della bimba.Sono preoccupato, il respiro affaticato e rumoroso si amplifica quando dorme e quando piange.Mi sono documentato su internet e sfogliato alcuni libri di medicina ma ho bisogno di essere rassicurato da uno specialista, è vero che il problema della bimba con la crescita si risolve? Tra quanto? È il caso che la porti da uno specialista?Chiedo scusa per la troppa apprensione, ma trovandomi davanti una creatura meravigliosa, e sapere che fa fatica a respirare mi spezza il cuore.In attesa di vostro gentile, quanto più celere riscontro porgo cordiali saluti.

Medico Risponde - Pediatra

Nopron!

Buongiorno, sono mamma di una bellissima bambina di 7 mesi e mezzo, solaree per fortuna sana... l'unica pecca, se così vogliamo chiamarla, è che è moltoattiva... non mi ha mai fatto una notte di sonno intera... ma da due mesi lecose sono peggiorate... è arrivata a svegliarsi ogni mezz'ora o al massimoogni ora... può capire...La pediatra, dopo la visita di controllo, mi ha detto di darle il nopron,aggiungendo, vedrà che non le farà niente... perché a suo parere non famiracoli... secondo lei mia figlia non ha ancora i cicli giusti del sonno,quindi dentizione o altro sono da escludere... mi ha detto di partire da1,5 ml e di aggiungere man mano 0,5... ecco dopo aver provato omeopatia(kindival) sciroppi tipo Quietalia e metterla nel lettone, ho ceduto, nonsenza riserve... la prima sera le ho dato 1 ml e la seconda sera 1,5 ml...l'effetto? A me pare che l'abbia più agitata di prima e quindi ora sonotentata di smettere... ho bisogno di sapere se sono solo mieparanoie... oppure di avere suggerimenti... qui non si dorme mai...grazie

Medico Risponde - Pediatra

Bollicine ai bordi delle gambe

Gentile dottor Gallone, volevo chiederle il perché mio figlio, che ha 40 giorni, da una settimana ha delle bollicine ai bordi delle gambe. Non è che sarà allergico ai pannolini? La prego, mi faccia sapere. Saluti

Medico Risponde - Pediatra

Il nostro bimbo è oppositivo!!

Salve, sono stata proprio oggi dal pediatra per far visitare mio figlio di 3 anni, come consigliatomi dalla pediatra del pronto soccorso 2 giorni fa, perché mio figlio ha avuto un incidente cadendo da un tavolino da gioco per bambini (alto 45 centimetri) tagliandosi il labbro superiore e perdendo un incisivo. Il bambino è molto attivo, soprattutto motoriamente, facendo addirittura arrabbiare il pediatra che oggi, come dicevo, lo ha visitato. Ho riferito al pediatra che anche all'asilo il bimbo è molto vivace provocando lamentele delle maestre ma, sempre a dire delle maestre, il bimbo non è cattivo da infastidire gli altri suoi coetanei ma semplicemente non ascolta ciò che gli viene detto, tira gli oggetti benché più volte ripreso, non è interessato alle attività svolte in classe (come ad esempio giocare con la pasta di sale o disegnare) come potrebbero essere interessati gli altri bimbi. Nell'udire tali cose il pediatra ci ha allarmati dicendo che il bimbo è oppositivo e che ci è sfuggito di mano, liquidandomi dicendomi di rivolgermi ad uno psicologo per un aiuto. Vorrei un suo parere, anche perchè non ci sembra di essere genitori permissivi e distratti, anzi siamo molto attenti ai bisogni e comportamenti di nostro figlio.Con la speranza di avere qualche consiglio, le porgo i miei più cordiali saluti.

Medico Risponde - Pediatra

Il mio bimbo ha quasi due anni e dice solo mamma e papà!

Gentile dottore, sono una mamma di un bimbo che a dicembre di quest'anno compirà due anni. È un bimbo inserito all'asilo nido da settembre che a lui sembra gradire bene. Il suo carattere è vivace, allegro, comprende benissimo ciò che gli chiediamo. Infatti, a ogni richiesta lui reagisce, fa tutti i versi degli animali e conosce tutte le figure sui libri. Ma ha quasi due anni e dice solo mamma e papà, quando gioca gorgheggia in continuazione ma con versi senza senso e quando vuole qualcosa si fa capire solo con i gesti o prendendomi la mano. Abbiamo provato a non dargli subito ciò che cerca, ma lui piange ma non dice ciò che vuole. Secondo lei devo preoccuparmi? E soprattutto, ci sono dei segnali che una mamma può capire se c’è qualcosa che non va? Devo secondo lei aspettare?...

Medico Risponde - Pediatra

Il mio bimbo non socializza con gli altri bambini!

Buongiorno, le scrivo perché sono un po’ preoccupata per mio figlio. Ha 3 anni e ha iniziato quest'anno la scuola materna, dopo essere andato per due anni al nido. È un bambino molto vivace, vispo, un gran chiacchierone, sempre sorridente. Questo come lo vedo io a casa. La scorsa settimana ho fatto il colloquio con le maestre e mi hanno riferito che non socializza con gli altri bambini e anche con loro parla poco, mi hanno chiesto come si comporta a casa e io gli ho riferito che è esattamente il contrario: parla in continuazione, in qualsiasi gioco che fa vuole sempre coinvolgere me, il papà o i nonni... essendo figlio unico e non avendo amici con figli, gli unici bambini che frequenta sono quelli che vanno all'asilo con lui e io non lo vedo in queste occasioni. Non so cosa pensare: è solo timidezza? Deve ancora superare la fase fortemente egocentrica? O potrebbe essere qualcosa di più serio? Non so se ho dato tutte le informazioni per poter rispondere al mi quesito. In ogni caso la ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione

Medico Risponde - Pediatra

Allattamento al seno

Gentilissimo Professore,sono una ragazza che pensa alla maternità, ma mi rendo conto di essere unascreanzata perché penso che non allatterò mio figlio/a... Il fatto è che non intendo rovinare il mio seno... So che mi considererà la persona più superficiale e l'essere più spregevole del mondo, ma è più forte di me... Mi reputerà un'egoista, ma io vorrei continuare ad essere desiderata da mio marito anche dopo il parto, l'allattamento, ecc. ecc... Le chiedo: la mia è una domanda che si è già sentito fare o io sono un mostro di egoismo? E soprattutto... il bambino senza il latte materno sarà meno forte da adulto? Avrà difese immunitarie più "deboli"? Potrà andare incontro a problemi il mio piccolo? La ringrazio con tutto il cuore per lacortese attenzione e per il tempo che mi dedicherà e mi scuso per la delicatezza di una questione che mai avrei voluto porLe e che... s'insinuasse in me!

Medico Risponde - Pediatra

Ipertonicità muscolare e disarmonia nei movimenti

Buongiorno,mi chiamo Federica e sono la mamma di Giulio, nato lo scorso 1 ottobre e dipendente dalla piridossina.Il giorno dopo la sua nascita il bimbo ha sofferto di una crisi respiratoria cui sono seguite crisi convulsive: è stato quindi trasferito d'urgenza all'Ospedale Bambin Gesù di Roma dove è rimasto ricoverato fino al 17 ottobre. Le crisi sono cessate del tutto da quando gli viene somministratala B6 e ieri il bimbo è stato sottoposto ad un elettroencefalogramma di controllo, risultato nella norma.La fisioterapista però ha riscontrato ipertonicità e disarmonia nei movimenti: è possibile una qualche correlazione con le crisi di cui ha sofferto? Ci sono testi che posso consultare per effettuare una terapia rieducativa a casa? Grazie per l'attenzione

Medico Risponde - Pediatra

Aggressività immotivata!

Buongiorno, grazie in anticipo per la vostra risposta.Mio figlio di 21 mesi alza le mani quando non ottiene qualcosa e oggi addirittura ha tirato una testata ad un mobile. Premetto che il bimbo rimane sempre con me (la mamma), e che mio marito ed io non litighiamo mai; inoltre non ho mai alzato le mani su mio figlio a parte 2/3 sberlette sulle mani, cerco di fargli capire le cose con tranquillità e senza urlare. Sono sconcertata e preoccupata. Aspetto sue notizie.

Medico Risponde - Pediatra

Autismo

Egr. Dottore, sono una mamma di 42 anni e mezzo e mi piacerebbeavere un altro figlio. Il primo a 5 anni ed è tutto a posto.Non so come ma sono spaventata dalla malattia dell'autismo. Mi potrebbechiarire come può nascere in un bambino e come e quando si potrebbemanifestare?Grazie