Aspettiamo con ansia la fine di febbraio per poter finalmente vedere il frutto di tanto amore!

Aspettiamo con ansia la fine di febbraio per poter finalmente vedere il frutto di tanto amore!

Ho 35 anni e una bimba di 5, due anni fa decido per motivi orribili di separarmi da mio marito e così inizia la mia vita a due con l’unica ragione di vita, Carlotta. Passa del tempo e finalmente la fortuna permette anche a me di conoscere una persona meravigliosa, più giovane di me di 3 anni, ma eccezionale. Piano piano conosce Carlotta, e la nostra amicizia speciale assume una piega diversa. Lui è separato da poco, ancora forse legato al ricordo della sua ex moglie, donna a suo dire molto bella, ma priva di sentimenti e di amore verso di lui e verso il mondo.

Insieme avevano deciso di non avere figli, avrebbero fatto carriera e vissuto alla grande (visto la loro posizione economica), ma qualcosa non ha funzionato e così l’ho incontrato io. Inizia una vera e propria storia non con poche difficoltà , ma pian piano superate, andiamo a vivere tutti e tre in una piccola casa, la sua da single, e da qui il nostro percorso e la voglia e il desiderio di avere un figlio nostro.

Tolgo la spirale e lui si sottopone a dei controlli di routine, i quali però mettono in evidenza alcune problematiche e così fissiamo i vari appuntamenti con i vari prof noti della capitale. In attesa non ci pensiamo e il nostro fare l’amore era la cosa più naturale che potevamo fare per il momento. Per lavoro inizio ad assentarmi qualche giorno al mese da casa e alla fine di giugno iniziava a pesarmi molto, ero molto stanca avevo molto sonno… Metto il mio compagno in preallarme… amore sarò incinta, sono sempre stanca e poi la mattina ho un senso di vomito…

Rientro da una mia trasferta il 16 luglio e decidiamo alle 14.00 di fare il test…. POSITIVO! ASPETTIAMO UN BIMBO… Scattano i controlli gli accertamenti e non appena ci dicono che tutto è ok lo diciamo a Carlotta… Nel frattempo abbiamo preso una casa molto grande, ed ora aspettiamo con ansia la fine di febbraio per poter finalmente vedere il frutto di tanto amore: LAVINIA.

Racconto non firmato 14/12/2007