Benedetta per la sua mamma! Sempre…

Un periodo preconcezionale travagliato, una gravidanza vissuta con un misto di emozioni contrastanti, paure, ansie, ma anche immensa gioia: il racconto di mamma Consuelo.
Benedetta per la sua mamma! Sempre…

Avrei dovuto e voluto chiamarla BENEDETTA, perché per me lo è stata in tutti i sensi. Ma la storia del nome è un’altra cosa… io ero convintissima che fosse un maschio (fino al 7 ° mese non si è fatta vedere) e quindi avevo acconsentito con il papà che se fosse stata femmina avrebbe deciso lui… tanto per me era maschio!

E come è arrivata che oggi guardandomi indietro, dopo aver vissuto successivamente alla sua nascita 2 aborti spontanei, che mi rendo conto che lei è stata il mio Miracolo, l’unica cosa che in quel momento della mia vita avrebbe potuto salvarmi dallo stato in cui mi trovavo! E così è stato! Ho lottato solo per LEI.

Tutto iniziò a GIUGNO 2004… ad un mese dal mio 1° anniversario di matrimonio… Ernia del disco espulsa, gamba in paralisi… operata d’urgenza! Un’operazione di routine da cui ci si riprende in pochi gg….! Non per me…. A distanza di un mese dalle dimissioni rientro in ospedale con l’ambulanza…. Spondilodiscite acuta (in gergo un’infezione al midollo spinale)…

Unica cura, al di là  degli antibiotici bomba in via endovenosa 24h su 24h l’assoluto immobilismo al letto, in ospedale… per non si sa quanto tempo. E così immobile supina su un letto di ospedale, senza mai muovermi nè alzarmi per tre mesi…! Poi però cado in depressione, arrivo a pesare 42 Kg, non ho più un solo muscolo sul mio corpo. I medici decidono di farmi uscire continuando però la stessa terapia e la stessa situazione a casa…! Mio marito e mia mamma mi accudiscono 24h su 24. Finalmente a novembre con un busto ortopedico posso mettermi seduta sulla sedia a rotelle per qualche minuto…!

NOVEMBRE 2004…. concepisco Francesca…! Al mio ritardo PANICO!

20 DICEMBRE 2004, Test positivo… ricordo di aver telefonato in lacrime a mio marito… lacrime di disperazione! Sono ancora sotto antibiotici orali e lo sono da ben 5 mesi; ho il busto e devo per forza fare quel giorno stesso una risonanza magnetica…! Sono disperata… non per me, ma per il mio pulcino! Non resta che affidarmi al Signore… anche se devo iniziare subito le pratiche per l’eventuale Interruzione Volontaria di gravidanza a causa del busto… perchè se non riescono a togliermelo entro marzo, quando la pancia inizia ad essere più pronunciata, non posso proseguire la gravidanza! E comunque non si sa se le medicine fino a quel momento prese possano aver causato o causare malformazioni al feto! Continui i controlli medici… e solo tanta, tanta fede.

Cosa dire… quei mesi sono stati per me un misto di emozioni contrastanti, paure, ansie, ma allo stesso tempo l’immensa gioia nel sentire una nuova vita che cresceva in me mi faceva sperare. Volevo quel figlio!

MARZO 2005: Visita dall’infettivologo… che mi dice analisi alla mano: “Consuelo… sei guarita!. Deciderà  ora l’ortopedico per quanto di sua competenza”… ed io giù lacrime!

MARZO 2005: Visita dall’ortopedico: “Consuelo, ora proviamo a togliere da eretta il busto… e facciamo qualche piccolo movimento…”. Io eseguo, e lui: “Per me va bene… togliamo il busto!”.

Non potrò mai dimenticare l’emozione che ho provato in quel momento… in quel preciso istante ho capito che la mia cucciola mi aveva ridato LA VITA… e questo solo perché finalmente ho avuto la certezza che quell’esserino che era in me avrebbe potuto vedere la luce.

Francesca Romana è venuta al mondo il 22 AGOSTO 2005 con un parto cesareo.

Perfetta in tutto il suo splendore… un ennesimo MIRACOLO DELLA NATURA!

BENEDETTA per la sua mamma! Sempre.

Consuelo 08/07/2009